Caos Luminarie, per Mismetti "polemiche strumentali che danneggiano l'immagine della città" - Tuttoggi

Caos Luminarie, per Mismetti “polemiche strumentali che danneggiano l'immagine della città”

Redazione

Caos Luminarie, per Mismetti “polemiche strumentali che danneggiano l'immagine della città”

Mer, 14/12/2011 - 19:25

Condividi su:


“Il Comune di Foligno è uno dei pochi, in Italia, che contribuisce all’allestimento delle luminarie di Natale e anche quest’anno, nonostante la grave crisi economica e i pesanti tagli alle risorse degli enti locali, ha sostenuto gli eventi natalizi per favorire la promozione della città: le polemiche sollevate sono strumentali e contribuiscono soltanto a danneggiarne l’immagine”.
Lo afferma il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, replicando a quanto detto da alcuni esponenti dell’opposizione e da alcune associazioni di categoria sui ritardi nell’installazione di luci di Natale, in alcune zone del centro storico.
“Nonostante il periodo di difficoltà – sottolinea Mismetti – abbiamo stanziato 20mila euro per contribuire ad abbellire la città, rinunciando al tradizionale concerto di Natale. Agli attacchi gratuiti rispondiamo con i fatti: le luminarie progettate e realizzate dagli studenti dell’Istituto superiore Orfini, dell’Itis e del liceo scientifico, con la guida del direttore del Laboratorio di scienze sperimentali, Pierluigi Mingarelli, e il contributo di Fondazione e Cassa di Risparmio di Foligno, sono bellissime e rappresentano un segno tangibile di quanto sia importante la collaborazione di tutti per il bene della comunità. Va, inoltre, rilevato che si tratta di addobbi interamente costruiti da aziende locali e che rimarranno di proprietà della città. Ringrazio quanti hanno contribuito alla realizzazione di questo progetto e, in particolare, i ragazzi per aver messo la loro creatività a disposizione di tutti. Rispetto a quanto affermato, nelle ultime ore, dal capogruppo di Impegno Civile, Stefania Filipponi – continua il sindaco – credo, invece, che non ci siano molti commenti da fare: si tratta di banale demagogia, fatta con toni e linguaggio inaccettabili”.

Articolo correlato:

Luminarie, per la Filipponi “la classica goccia di un problema più generale e grave”

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!