Bilancio Comune, passa in commissione | Stop a emendamento Romizi da 1,6 milioni - Tuttoggi

Bilancio Comune, passa in commissione | Stop a emendamento Romizi da 1,6 milioni

Alessia Chiriatti

Bilancio Comune, passa in commissione | Stop a emendamento Romizi da 1,6 milioni

Ancora critiche su Perugia 1416 | Largo spazio alle "grandi opere" | Il restauro della Rocca Paolina
Ven, 22/04/2016 - 21:12

Condividi su:


Bilancio di previsione 2016-2018 del Comune di Perugia approvato in Commissione questa mattina a Palazzo dei Priori: un testo che passa con 8 voti favorevoli, quelli della maggioranza, e 5 contrari, dall’opposizione. Numerosi gli emendamenti approvati al testo: di questi, 15 (a firma del sindaco) sono stati approvati, uno (sempre a firma del sindaco) è stato respinto. I restanti tre, proposti da alcuni consiglieri del Pd, sono stati tutti respinti.

Le ‘grandi opere’ – Nello specifico è stato approvato all’unanimità, su proposta del sindaco Romizi, il restauro e la riqualificazione degli spazi della Rocca Paolina. Gli interventi saranno possibili grazie a  650mila euro di contributo dalla Fondazione Cassa di Risparmio e 393mila dalla Regione Umbria. Approvato anche, seppur con l’astensione dell’opposizione, il restauro del Teatro Pavone di Perugia, grazie a 500mila euro di contributo sempre dalla Fondazione Cassa di Risparmio, e 200mila dalla Regione Umbria. Tra le ‘grandi opere’ che Palazzo dei Priori ha in mente di realizzare per il futuro, prendendo spunto anche da percorsi passati, ci sono: il mercato coperto, per il quale verranno utilizzati, entro il 2017, 2 milioni e 293mila euro dalla Regione e 896.812,20 dalla Carisp; 2 milioni e 300 mila euro da Palazzo Donini per la biblioteca degli Arconi; 2 milioni e 50mila euro dedicati sempre dalla Regione per l’auditorium San Francesco al Prato. Nel piano opere pubbliche è stata anche inserita la creazione di un’area ludico-ricreativa con giochi d’acqua nella piscina di Lacugnano a carico del concessionario Amatori Nuoto (340.800 euro).

Importante anche quanto approvato nel capitolo sicurezza per l’assetto della circolazione in via Settevalli e via Tuzi (350.500 euro) e per il potenziamento della strada Fosso Infernaccio (315mila euro). Da segnalare anche l’ambito viabilità, in particolare per gli interventi che si avranno per il percorso pedonale di Olmo (374.780,66), per la rotatoria in località Piscille (684.494,22), e per il completamento della viabilità via Adriatica-Via Volumnia (450mila euro). E ancora: meno 200mila euro per consolidamento frana Monterone, che saranno destinati a interventi cimiteriali urgenti. Nello specifico 125mila euro per il consolidamento dei loculi a Ponte Felcino; 46mila euro per le opere di urbanizzazione dei cimiteri vari; 29mila euro per la realizzazione di loculi ed ossaie in cimiteri vari.

Il capitolo ambiente – Nelle intenzioni del sindaco saranno destinati 30mila euro del bilancio per l’acquisto delle rastrelliere per le biciclette e modem. Estinti poi i prestiti per il fotovoltaico al palasport Evangelisti, non passa però l’emendamento proposto dal sindaco Andrea Romizi e che avrebbe voluto i ben 1,6 milioni di euro ‘risparmiati’, spalmati su altri capitoli di spesa. Non verranno così destinati: alla manutenzione verde (100mila), agli acquisti per bitumature (210mila), alla manutenzione sedi stradali (130mila), alla sistemazione area luna park Pian di Massiano (60mila), alle manutenzione immobili (590mila), alla manutenzione cimiteri (90mila), all’area verde Santa Sabina (50mila), al rinnovamento tecnologico ed integrazione parco hardware (90mila), ad interventi per la sicurezza (40mila), al fondo accantonamento passività potenziali (240mila). A bocciare l’emendamento del sindaco sono stati i 6 voti a favore (maggioranza), e 7 astenuti (opposizione, Perari, Sorcini e Tracchegiani).

Non passano poi gli emendamenti del centro sinistra a firma dei consiglieri Miccioni, Borghesi e Mori, i quali avrebbero voluto un aumento del canone per la concessione del ramo di azienda Afas per 150mila euro da destinare all’assistenza portatori handicap nelle scuole superiori, nonché la riduzione del contributo di 70mila euro per l’associazione Perugia 1416. Denaro che il centro-sinistra avrebbe voluto destinare a Umbria Jazz (40mila), a iniziative e manifestazioni culturali (20mila), ad associazioni gestori impianti sportivi (10mila).

 Nei commenti dopo l’approvazione del bilancio in Commissione, compaiono i dissapori del consigliere Camicia, che parla di “Perugia 1461” come di un “ritorno al passato: sì un passato colorato di rosso che per anni ha messo in ginocchio la città di Perugia. Si poteva capire un emendamento a favore dello sviluppo della città, a tutela delle scuole, a favore dei soggetti socialmente deboli, a sostegno del trasporto pubblico. Ma non si possono tollerare emendamenti che vanno a tutelare associazioni di sinistra, o progetti che alla città non servono assolutamente”.
Dal centro-sinistra arriva poi la bordata sull’emendamento da 1,6 milioni di euro proposto da Romizi ma alla fine bocciato, pena in particolare le astensioni: “la commissione bilancio si fa teatro, grazie all’opposizione di PD e Socialisti Riformisti, della bocciatura di complessi e articolati emendamenti presentati dal sindaco Romizi dal valore di oltre un milione di euro. Attraverso un maxi emendamento si era infatti cercato di inserire svariate azioni, dalla tipologia eterogenea, senza logica di esecuzione e senza una visione complessiva di sviluppo della città, ma solo atte a tacitare un crescente malcontento con interventi spot inadeguati a risolvere in modo duraturo i problemi. A dimostrazione di questo è, per esempio, lo stralcio delle risorse destinate al consolidamento della frana di Monterone, impegnate oggi dalla maggioranza per fare cassa, che mette di nuovo a serio rischio idrogeologico una zona che necessitava di un ulteriore intervento di completamento per evitare di vanificare interventi e risorse finora investiti“.
©Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!