Bevagna, Rifondazione Comunista rilancia il progetto 'Bevagna Futura' - Tuttoggi

Bevagna, Rifondazione Comunista rilancia il progetto ‘Bevagna Futura’

Redazione

Bevagna, Rifondazione Comunista rilancia il progetto ‘Bevagna Futura’

Prc rivolge un appello alle forze di sinistra e boccia il congresso civico del Partito Democratico
Ven, 22/01/2016 - 16:09

Condividi su:


Il Partito della Rifondazione Comunista ringrazia l’amministrazione comunale e vuole rilanciare il progetto di Bevagna Futura in vista delle prossime elezioni comunali, rivolgendo un appello di coesione a tutte le forze politiche di sinistra.

Nonostante le scelte difficili causate dalla grave riduzione della spesa pubblica del Governo, l’amministrazione e’ riuscita a salvaguardare l’ente e i cittadini senza compromettere principi morali e giustizia sociale, oltre a tutelare il territorio da ogni tentativo di speculazione economica ed ambientale.

Possiamo trarre un bilancio positivo di un mandato, appoggiato solo dal nostro partito e da Idv, coerentemente, fino alla fine.

In consiglio comunale abbiamo osservato un’opposizione totalmente assente, ed una maggioranza frenata, vogliamo sottolineare ancora una volta il nostro disappunto per la scelta unilaterale del Pd (e in ombra del Psi) di venire meno all’accordo del centrosinistra siglato nel 2011, tradendo un patto politico, declamando la fine della coalizione, inneggiando addirittura il commissariamento del Comune. Operazione scongiurata grazie all’appoggio politico di Rifondazione, Idv e la responsabilita’ a titolo personale dagli altri consiglieri di maggioranza, andati contro le scelte del partito di appartenenza. Non crediamo a finzioni, come fantomatici ‘congressi civici’ che prendono in giro i cittadini, le scelte programmatiche del nuovo Pd sono notorie e non possono mica farci credere che non sara’ il Pd a scegliere il candidato sindaco, ma piuttosto un’assemblea civica… Crediamo invece che il progetto Bevagna Futura debba continuare trovando anche nuove energie sempre piu’ qualificate.

Vogliamo sottolineare i risultati ottenuti col nostro impegno diretto in giunta: la conservazione del territorio deve essere la prima forma di promozione e di garanzia di vivibilità, mettere un freno al consumo del territorio soprattutto delle zone pedo-collinari, a questo la parte strutturale del nuovo prg in procinto di essere adottata. Scelte definitive come il polo scolastico unico in località Sant’Anna saranno un’occasione di riqualificazione della zona, di delimitazione dell’area edificata e di animazione economica di un settore edilizio in crisi. Giusta la scelta di non alienare l’immobile comunale in viale Roma per farlo diventare un’occasione di riqualificazione dell’ingresso al centro storico, opportunità che si lega col progetto della “Cittadella dello Sport. Le alienazioni di parte dell’ex- molino ed dell’ex-mattatoio con la condizione fondamentale del risanamento conservativo, cambieranno la situazione di degrado dell’area, riducendo i volumi residenziali previsti. Sono stati attivati progetti straordinari di pavimentazione, d’importanza storica, il progetto di riqualificazione dell’immobile comunale della Madonna delle Grazie. Altro progetto importante è la nuova gestione del parco Filippo Silvestri, un bando comunale che consentirà

gradualmente di riqualificare e rivivere il parco oltre a creare un’entrata strutturale all’ente. Si è trovata copertura per diversi progetti: per rendere Bevagna sempre più smart city è già attiva la piattaforma wi-fi per servizi internet a turisti e cittadini, la nuova cartellonistica turistica in procinto di essere installata, un percorso ciclopedonale. Ci sono poi altri obiettivi, come il progetto “strade più sicure” che a breve vedrà risolvere finalmente la sicurezza di tre incroci particolarmente pericolosi: Torre del Colle; l’ingresso di Porta Foligno e di via Raggiolo con via Alcide De Gasperi.

In un contesto in cui sono sempre più frequenti i fenomeni meteorologici estremi, il comune bene ha fatto a intraprendere una stretta collaborazione con la Protezione Civile della Regione Umbria e anche l’associazione locale di volontariato Ecb, avviando un progetto di diffusione della cultura della gestione dell’emergenza, fino ad aumentargli le dotazioni e gli strumenti, come il fuoristrada pick-up e gli accessori di emergenza, oppure il nuovo macchinario spargisale.

Bevagna possiede un ecosistema fluviale singolare nella valle umbra, anche per questo motivo è fortemente interessata dalle mappe di allagabilità. Oltre ad aver contribuito ad eliminare alcune insorgenze di inquinamento, oggi il Comune è in grado di migliorare il sistema di monitoraggio continuo delle acque, installando una nuova centralina e spostandone una esistente per meglio controllare e misurare la tipologia di inquinamento del Timia e dell’Alveolo. Con il contratto di fiume grandi risorse comunitarie potranno essere investite sull’asse Clitunno-Marroggia-Topino. Importanti anche il portale per l’ambiente www.bevagnambiente.it , l’ecoevento ‘, infine il distributore automatico di acqua alla spina. Per il futuro di Bevagna invitiamo al confronto le forze politiche e associative su alcuni punti per noi fondamentali: contro la privatizzazione Vus; la nostra unione dei comuni è un fallimento della politica regionale che occorre riformare riportando la polizia municipale alle dipendenze comunali; il nuovo piano regolatore deve concludersi con le linee attuali, senza ulteriori incrementi edificatori, mantenendo nuovo polo scolastico ed anfiteatro pedocollinare; il rischio idraulico non ha trovato ancora risposte dalla regione, addirittura esiste la minaccia di una nuova vasca di laminazione che vede ancora una volta sacrificato il nostro territorio; per migliorare i nostri fiumi servono investimenti concreti, come è stato fatto per il Topino, chiediamo alla Regione progetti e soluzioni immediati; il problema della cascata insufficiente dell’Accolta va risolto nell’ottica di mantenere la produzione di energia pulita e scoprire la causa di una mancanza cosi’ grave.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!