Befana di Colle del Marchese, grande festa per adulti e bambini | Fotogallery

Befana di Colle del Marchese, grande festa per adulti e bambini | Fotogallery

Un’ottima organizzazione ed una temperatura mite riempiono la piazza di Colle del Marchese

share

La Befana di Colle del Marchese vanta una tradizione ultra-trentennale: infatti è dalla fine degli anni ’70 che la simpatica vecchietta, nella sera del 5 gennaio, vola  nel cielo sopra la Piazza del Colle, dalla torre campanaria del Castello dei Terenzi al campanile della Chiesa di San Pancrazio, tenendo tutti, adulti e bambini, con il naso all’insù. Poi magicamente compare in fondo allo stradone illuminato da fiaccole e torce e aiutata da un esercito di elfi e folletti, spinge il suo pesante carretto colmo di doni fin sulla Piazza e davanti a Circolo distribuisce a tutti regali e dolciumi.

La piazza piena di gente, i tanti i baci dei bambini alla Befana e qualche immancabile lacrima dei più piccolini sono la soddisfazione più grande per il gruppo di ragazzi che organizza, non senza grande fatica, questa bellissima festa. Loro, che furono da bambini tra i primi ad aspettare con ansia la Befana, oggi si adoperano affinché la tradizione vada avanti, tra le crescendi difficoltà che ad oggi l’organizzazione di feste di piazza comporta, aiutati dalla sempre disponibile ProLoco del Presidente Massimo Buzzelli e dall’Amministrazione Comunale nella persona dell’Assessore alla Scuola Mirko Peruzzi.

L’indomani mattina, come ormai da qualche anno a questa parte, è stato il turno dei fuoristradisti a due e a quattro ruote, che con le loro sgargianti moto, i loro colorati quad e le loro roboanti marmitte, hanno riempito la piazza del Colle di colore e di “rumore”. Tutto questo grazie all’interessamento di Piero Curti, anche egli “colliciano doc”, che a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 è stato uno degli esponenti più quotati del panorama fuoristradistico internazionale, con ben tre partecipazioni al Rally dei Faraoni come capo-meccanico di una squadra privata e con un team di trial che portava il suo nome. E così quando Piero chiama in tanti rispondono e giungono da tutto il circondario per il gusto di ritrovarsi intorno ad una colazione rinforzata e ad un buon bicchiere di vino.

share

Commenti

Stampa