Il Bambi del bosco dell’ospedale ha un nome, Manolo lu capriolu

Il Bambi del bosco dell’ospedale ha un nome, Manolo lu capriolu

Il nome trovato dopo un sondaggio tra 10 proposte sulla pagina FB del WWF di Perugia

share

Il capriolo del boschetto dell’Ospedale di Foligno, da oggi ha un nome. Il giovane animale da circa un anno viene avvistato che nel tempo e nel tempo è stato riconosciuto prima in un cervo e poi in un daino, per rivelarsi oggi un capriolo. Da oggi potrà essere chiamato Manolo. Manolo Lu Capriolu, per la precisione.

La scelta, come si legge nella pagina social del WWF che sostiene tra le 11 e le 13 mila visite a tal proposito, era tra 10 opzioni:

1)- Libero
2)- Winner
3)- Agorà
4)- Lenticchia
5)- Nando
6)- Manolo (lu capriolu)
7)- Snoopy
8)- Air
9)- Freedom
10) Lasciateme perde

Non sono mancati commenti negativi all’iniziativa, che come spesso succede sui social, ha giovato a mantenere alta l’attenzione sul sondaggio: da “Opterei per lasciateme perde” …in ogni senso!” a chi si preoccupa del giovane animale “Prima del nome, bisogna metterlo in sicurezza con una staccionata…la notte sta in mezzo alla strada e si sta avvicinando troppo anche di giorno dalle foto che circolano su fb”.

Così, dopo la scelta di un’apposita commissione ha scelto e così ne ha dato comunicazione:
“Alle 19.30 le 3 persone del WWF, incaricate di valutare le proposte giunte da centinaia di segnalazioni (in 13.000 hanno seguito il post del WWF per il “concorso” semi-serio per dargli un nome) hanno, dopo una discussione accesa e controversa, trovato la quadra per il nome del Capriolo.
In molti si sono sbizzarriti e cimentati a trovare nomi adatti alla bestiola, mascotte della Città!
Siamo andati da un sobrio Libero, fino ad un esotico Freedom, per passare a un solido Rocco, non sono mancate ironie da parte di presunti cacciatori che lo vorrebbero chiamare Ragù.

Dopo lunga discussione sull’aderenza, simpatia e identificabilità del nome da dare alla simpatica bestiola, la commissione ha comunque trovato un compromesso senza accapigliarsi, dopo oltre 1 ore di discussione, sono stati trovati due nomi, ovvero un compromesso di simpatia e identificabilità immediata.
La giovane mascotte folignate è stata battezzata “Manolo lu capriolo” …per gli amici e per brevità: “Lenticchia”! ?”

Le foto sono prese dal profilo FB del WWF di Perugia

share

Commenti

Stampa