Al Teatro Subasio di Spello “Come un cane senza padrone”

Al Teatro Subasio di Spello “Come un cane senza padrone”

share

Secondo prestigioso appuntamento per “La bella Stagione 2011-2012” del Teatro Subasio di Spello, organizzata da Fontemaggiore Teatro Stabile di Innovazione.
Per la prima volta in Umbria saranno in scena i Motus, una delle formazioni più importanti del teatro di ricerca italiano, con lo spettacolo “Come un cane senza padrone”.
Lo spettacolo si incentra sugli appunti dal 58 al 62 di “Petrolio” di Pasolini, romanzo incompiuto e postumo, ma progettato e pianificato nei particolari dall’autore.
La voce di un'attrice racconta la notte di Carmelo e Carlo; Carmelo, ingegnere dell'Eni, trasformatosi in una donna, e il suo incontro sessuale con Carlo, popolano, in un pratone di periferia, mentre negli schermi vicino all'attrice scorrono le immagini di spazi urbani desolati, deserti, persone, insieme alle immagini dei due uomini.
Alla luce della storia, i frammenti di “Come un Cane Senza Padrone” si rivelano saturi di coincidenze tra “l’artificio” e la “realtà” della vita e della morte dell’autore.
La compagnia, nata a Rimini nel 1991, è stata insignita di ben tre Premi Ubu speciale, di cui il primo nel 1999 “per la coerenza testarda e creativa di una ricerca visionaria nel ridisegnare spazi e filtrare miti”. Nello stesso anno la compagnia riceve dalla rivista “Lo straniero” diretta da Goffredo Fofi il Premio Giovani Talenti.
Enrico Casagrande, a rappresentanza di tutto il gruppo, nel 2010 è stato direttore artistico della 40a edizione del Festival di Santarcangelo.
Lo spettacolo di mercoledì 7 dicembre (ore 21.15) sarà preceduto alle ore 19 dall'incontro con la compagnia e da un aperitivo offerto dall'enoteca Drinking Wine.

share

Commenti

Stampa