Aeroporto S. Francesco d'Assisi, AliBlue Malta lancia la nuova tratta Perugia-Cagliari - Tuttoggi

Aeroporto S. Francesco d’Assisi, AliBlue Malta lancia la nuova tratta Perugia-Cagliari

Redazione

Aeroporto S. Francesco d’Assisi, AliBlue Malta lancia la nuova tratta Perugia-Cagliari

Dallo scalo umbro sarà possibile raggiungere anche Trapani via Cagliari | Ma se si vuole prenotare, ad oggi, non è ancora possibile | Sito non aggiornato
Gio, 31/05/2018 - 11:34

Condividi su:


Aeroporto S. Francesco d’Assisi, AliBlue Malta lancia la nuova tratta Perugia-Cagliari

La partnership tra l’aeroporto di Perugia ed la compagnia aerea AliBlue Malta si consolida grazie ad un nuovo collegamento strategico e molto atteso. A partire dal 6 luglio, infatti,sarà operativa la nuova tratta Perugia-Cagliari, programmata con due frequenze settimanale
di venerdì e domenica.

«A pochi giorni dal lancio dei voli Perugia-Olbia e Perugia-Roma Fiumicino, i cui trend di vendite sono decisamente positivi, siamo felici di annunciare questa nuova tratta che ci consentirà di proporre all’utenza umbra anche il collegamento per Trapani via Cagliari.» – dichiara il Comandante Teodosio Longo, CEO di AliBlue Malta, compagnia già operativa in Italia dagli scali di Cuneo, Cagliari e Trapani, grazie alla collaborazione con Medavia, vettore Maltese di comprovata esperienza, la cui flotta è composta da aeromobili Dash 8-300 da 50 posti e Dash8-100 da 37 posti.

“I voli sono acquistabili sul sito www.alibluemalta.com con tariffe di sola andata Perugia-Cagliari a partire da 85,00 euro per persona e Perugia-Trapani (via Cagliari) a partire da 135,00 euro, tasse aeroportuali, catering, un bagaglio da stiva da 15kg ed un bagaglio a mano da 5kg inclusi.”.

Questo secondo quanto riportato dalla nota stampa di AliBlue Malta. Se si prova però a fare una simulazione di prenotazione sulle nuove tratte nel sito, ogni data a partire dal 6 luglio in poi, tenendo ovviamente conto della frequenza bisettimanale annunciata, ad oggi, risulterebbe non prenotabile. Inoltre se si vuole avere conferma dell’operativo voli, il sito ha un apposito link  che però non apre sul documento richiesto ma rimanda alla pagina generale di prenotazione. Il sito, in buona sostanza sembra essere non aggiornato proprio nel giorno in cui si comunica l’avvio della nuova tratta commerciale. Si spera solo che non sia una sorta di “sindrome maltese” , visti i precedenti di cui ancora Sase porta i segni addosso (mancano all’appello ancora 250mila euro sulla cui sorte si può solo pregare al momento).


Fly Volare-Sase, Chianella “Fiducia al CdA” | Su De Rica non si può | Contratto rescisso, caccia ai 250mila euro


Ernesto Cesaretti, Presidente SASE, commenta: «Siamo felici che Aliblue Malta, dopo il lancio dei voli per Roma Fiumicino e Olbia, abbia saputo cogliere l’opportunità di operare i collegamenti estivi da/per Cagliari, aggiungendo anche la possibilità di raggiungere Trapani attraverso i voli che la compagnia opera tra le due isole. Le nuove rotte Aliblue ci permetteranno così di avere, a partire dal luglio prossimo, collegamenti bisettimanali con l’hub di Fiumicino e con le bellissime isole di Sicilia e Sardegna».

Per Umberto Solimeno, Direttore SASE, «Con l’annuncio di questi ultimi collegamenti l’aeroporto di Perugia supera come numero di rotte e di frequenze quelle dello scorso anno. Un primo importante passo per uno sviluppo a due cifre, nell’ottica di un’attenzione al territorio, al servizio del trasporto aereo ed al diritto alla mobilità dei cittadini».

Il nuovo collegamento Perugia-Cagliari entusiasma anche Alberto Scanu, AD di SOGAER, società di gestione dell’Aeroporto di Cagliari: «Si rafforza la collaborazione tra SOGAER e AliblueMalta. Il nuovo volo per Perugia, ci permette di ampliare il network di collegamenti domestici operati dal nostro scalo. Dopo aver recentemente attivato il collegamento con Trapani, la Compagnia Aerea investe ora su Perugia, una delle città più importanti dell’Italia centrale. Questa nuova rotta renderà ancora più accessibile, con Cagliari, tutto il centro e il Sud Sardegna, sia per i flussi turistici che per la componente di traffico business».


Condividi su:


Aggiungi un commento