Addio a Giulio Mariucci, "entusiasta animatore della vita socio-culturale tifernate" - Tuttoggi

Addio a Giulio Mariucci, “entusiasta animatore della vita socio-culturale tifernate”

Redazione

Addio a Giulio Mariucci, “entusiasta animatore della vita socio-culturale tifernate”

Lun, 30/11/2020 - 14:08

Condividi su:


Addio a Giulio Mariucci, “entusiasta animatore della vita socio-culturale tifernate”

Ci ha lasciato un grande e conosciutissimo artista, un animatore entusiasta della vita culturale e sociale di Città di Castello”. Così il sindaco Luciano Bacchetta ha espresso profondo cordoglio a nome della giunta e dell’amministrazione comunale per la scomparsa di Giulio Mariucci, colto da infarto all’età di 79 anni.

Ci dispiace davvero tanto e siamo molto vicini alla famiglia, a cui ci stringiamo in un abbraccio”, ha sottolineato il primo cittadino, ricordando Giulio come “grande animatore degli Amici del Presepio di Città di Castello e instancabile organizzatore della bellissima mostra che si svolge ormai da vent’anni nella nostra città”.

Al cordoglio del primo cittadino si sono uniti anche i componenti dell’Associazione Amici del Presepio “Gualtiero Angelini” di Città di Castello, con il presidente Lucio Ciarabelli e il vicepresidente Claudio Conti. “Perdiamo un amico e una persona straordinaria, con cui abbiamo condiviso tanti bei momenti” affermano entrambi, ricordando “il grande amore che aveva per la città e la sua meravigliosa passione per l’arte, che lo avevano portato a essere tra i più convinti sostenitori e protagonisti della nostra associazione fin dalla sua costituzione”.

Aveva già preparato i presepi da portare come l’anno scorso nella sede della Provincia di Perugia e del Comune tifernate in occasione del Natale, l’ultimo gesto d’amore che cercheremo di onorare al meglio delle nostre possibilità quando ci ritroveremo con i nostri soci e con i rappresentanti di queste importanti istituzioni”, sottolineano Ciarabelli e Conti, riferendo che Giulio Mariucci era intento anche a preparare per la prossima primavera una mostra delle opere dedicate a Città di Castello realizzate nel periodo del lockdown per l’emergenza da Covid-19. I funerali si svolgeranno domani, martedì 1 dicembre, nella chiesa di Santa Maria Maggiore, alle ore 15.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!