Con speciali ‘radar’ si progetta il futuro piano della mobilità

Con speciali ‘radar’ si progetta il futuro piano della mobilità

Foligno monitorata per dieci giorni con speciali apparecchiature | Angeli: “entro l’anno si progetterà la nuova mobilità sostenibile del territorio’

Per realizzare il nuovo piano del traffico, o meglio il nuovo Piano Urbano di Mobilità Sostenibile, l’ormai ‘famoso’ Pums, l’amministrazione comunale di Foligno  si affiderà a speciali radar. Proprio così: la viabilità della terza città dell’Umbria verrà attentamente monitora da piccoli radar in grado di individuare con assoluta precisione non solo la velocità dei mezzi in transito ma persino di conteggiare il gap temporale che intercorre tra il passaggio di un mezzo ed il successivo.

“Il monitoraggio dei flussi di traffico nei punti nevralgici di Foligno rappresenta di fatto il dato principale di partenza sul quale la società incaricata Sintagma, leader del settore – fa sapere l’assessore alla viabilità, Graziano Angeli – dovrà lavorare per elaborare un proposta integrata e complessiva del piano urbano di mobilità sostenibile. Contiamo di portare a termine le operazioni entro la fine dell’anno in corso per poi passare alla seconda fase – spiega Angeli – con un approccio innovativo ed organico per ridisegnare praticamente su misura la mobilità folignate del futuro”. Il monitoraggio, che ha preso il via lo scorso 4 aprile si è conclusa sabato scorso 14 aprile. Il piano mira a comprendere abitudini ed esigenze di tutti gli utenti della strada, dagli automobilisti ai passeggeri, dal traffico delle merci al trasporto pubblico e persino la gestione delle aree di sosta pubbliche e private. L’operazione rientra nell’ambito più generale del quadro di Agenda Urbana per il quale – ricorda Angeli – Foligno ha disposizione oltre sei milioni e mezzo di euro. Sotto monitoraggio sono finiti: via Piave, via Mameli, viale Ancona, viale Firenze, via Campagnola, via tre febbraio, via Giovanni Paolo II, via Trinci, via Marchisiello, via dei Portoni, via Arcamone, via Spoleto e viale IV Novembre”.

Stampa