Scuole Spoleto, sulle certificazioni di vulnerabilità M5S “Ritardo vergognoso”

Scuole Spoleto, sulle certificazioni di vulnerabilità M5S “Ritardo vergognoso”

La capogruppo Elisa Bassetti “Pochi giorni alla riapertura delle scuole, e le certificazioni non ci sono”

Torna prepotente alla ribalta della politica il tema delle certificazioni di vulnerabilità aggiornate o da aggiornare delle scuole cittadine. E’ ancora vivo il ricordo della querelle su questi documenti, accesasi  a ottobre del 2016 con protagonista il Liceo Scientifico A.Volta e che portò alla delocalizzazione dell’istituto in altra sede (CLICCA QUI). Un anno è passato, sta per ripartire l’anno scolastico ma le certificazioni sembrano essere al palo. Questo è perlomeno quanto sostenuto nella nota alla stampa del Movimento 5Stelle di Spoleto. La capogruppo Elisa Bassetti ripercorre l’iter dei fondi stanziati dal comune e necessari per le certificazioni. Iter  non ancora del tutto completato a quanto pare.

“A novembre 2016 il Consiglio Comunale approvò una variazione di bilancio per stanziare quei miseri 50.000 € per dotare alcune scuole, solo una parte di quelle sprovviste, delle certificazioni di vulnerabilità come previsto da obbligo di legge OPCM 3274/03, evidentemente non rispettato in precedenza. A gennaio 2017 la determina per procedere l’affidamento.

Siamo a settembre 2017, arrivati quindi a pochi giorni alla riapertura delle scuole, e le certificazioni non ci sono. Ma non solo: da quanto dichiarato dal Sindaco a luglio, durante i lavori in Consiglio Comunale sul bilancio, la Giunta ancora non si sarebbe data nemmeno un iter procedurale, incerta se affidare gli incarichi a privati o, come voluto dall’uscente Dirigente Mastroforti, all’Università di Perugia.
D’altronde anche la variazione di bilancio di luglio 2017 riportava 90.000 € per le scuole – non per terminare le certificazioni mancanti ma da destinare a qualche lavoro di manutenzione – contro il milione destinato alle strade.

Se la politica Regionale e Nazionale fanno pena, anche quella locale non è da meno sul tema sicurezza scolastica. Al mantra del “non ci sono i soldi” non crede più nessuno.

Ricordiamo che la deliberazione per l’assunzione dell’impegno di spesa pubblicato a gennaio prevede un affidamento per eseguire la certificazione sulle prime 4 scuole comunali delle 9 di seguito elencate:
1. Asilo Nido il Girotondo – Viale Martiri della Resistenza
2. Scuola materna Maiano
3. Scuola materna le Corone – Via Visso
4. Scuola elementare e materna di Baiano
5. Scuola media Pianciani e relativa palestra
6. Scuola elementare di Villa Redenta
7. Scuola elementare S. Anastasio
8. Scuola elementare Sordini – Via Visso
9. Scuola elementare le Corone – San Nicolò

Che cosa state aspettando?

 

Foto: repertorio TO