Perugina, presentato il nuovo piano di marketing | Attesa per tavolo al Mise

Perugina, presentato il nuovo piano di marketing | Attesa per tavolo al Mise

Ieri incontro blindato in Confindustria, giovedì l’appuntamento a Roma per discutere di rilancio, esuberi ed ammortizzatori sociali


Un nuovo piano di marketing per potenziare il marchio Perugina e lo storico “bacio”. Si è parlato di questo ieri a Perugia durante la riunione blindata nella sede di Confindustria. Un incontro in attesa del tavolo al ministero dello Sviluppo economico in programma per giovedì, dove si dovrebbe discutere dei tanto contestati esuberi, ma anche degli ammortizzatori sociali da mettere in campo. L’obiettivo della Nestlè sarebbe quello di puntare su mercati emergenti, ma non solo, sbarcando anche in nord America.

Da un lato, quindi, la politica di espansione della multinazionale, dall’altro la situazione dello stabilimento di San Sisto e gli annunciati 364 esuberi a fronte di oltre 800 dipendenti attuali. Una possibilità che l’Umbria vuole scongiurare a tutti i costi, come emerso dalla grande manifestazione di piazza a Perugia di un mese fa. E su cui anche la stessa Nestlè sta ragionando, con il primo risultato finora ottenuto di congelare tutto.  Momento cruciale, a questo punto, sarà il tavolo al Mise di dopodomani.

Intanto, l’avvio del rilancio del marchio Perugina ha portato la multinazionale del cioccolato a sbarcare anche su Instagram, la terza piattaforma social più utilizzata al mondo dopo Facebook e Youtube. “Vogliamo condividere con i nostri consumatori – afferma Federico Giorgio Marrano, Marketing Manager della Divisione Dolciari di Nestlé – il piacere di creare delizie con il cioccolato per le persone che amiamo, con una linea di prodotti dedicata.  Per fare questo Instagram è il canale d’eccellenza. La pagina Perugina nasce dal desiderio di stimolare le persone a condividere il loro amore per il cioccolato. Non avrà solo contenuti legati alla ricettazione ma sarà anche una finestra per tutto il mondo Perugina lavorando in sinergia con gli altri asset digital”.