Istanza fallimento Scs, udienza rinviata

Istanza fallimento Scs, udienza rinviata

Dopo Hanke l’imprenditore Luzzi lascia il Cda

Sulla istanza di fallimento della Scs bisognerà ancora attendere qualche settimana prima di conoscere la decisione del Tribunale di Spoleto. L’udienza tenutasi questa mattina infatti ha registrato un rinvio al prossimo 5 ottobre. Poche le informazioni trapelate da piazza Pianciani. A quanto è dato sapere la Cooperativa, un tempo controllante della locale banca popolare, era rappresentata dal presidente Heller assistita dall’avvocato Rodolfo Valdina del foro di Perugia.


Caos alla Scs, defenestrato Hanke, entra Heller | Procura chiede fallimento


Come si ricorderà alla istanza di fallimento presentata a dicembre scorso dal curatore fallimentare della Scs GI, era seguita la richiesta della Procura della Repubblica che aveva così ritirato il parere al concordato rilasciato in precedenza.

Bisognerà quindi attendere il prossimo 5 ottobre per conoscere il destino della Cooperativa. Intanto però guardando il sito societario si scopre che nel Cda non compare più il nome dell’imprenditore Luzzi che avrebbe così seguito la scelta già operata da Maurizio Hanke di abbandonare il board di piazza Pianciani
(C) riproduzione riservata