Il campione Antonio Cairoli torna e si allena al crossodromo ‘La Trogna’ (video)

Il 9 volte campione del mondo MXGP di cross in visita al circuito “G.Ceccarini” prima della trasferta in Russia

Il circuito dei campioni. Dopo Valentino Rossi, lo scorso anno a marzo, ora un altro mostro sacro delle due ruote, Antonio Cairoli, 9 volte campione del mondo MXGP di cross, ha provato i dossi e i tornanti del circuito “G.Ceccarini” in località “la Trogna” (Città di Castello), uno dei pochi impianti a livello nazionale per importanza e caratteristiche tecniche, sede di manifestazioni sportive riconosciute dalla F.M.I (Federazione Motociclistica Italiana) e gestito da una associazione, il “Motoclub Ennio Baglioni”, divenuto anche proprietario dell’intera area.

Il campione siciliano della KTM si è presentato di prima mattina ai cancelli dell’impianto, accompagnato dallo staff e dalla moglie Jill Cox, accolto dai rappresentanti del moto-club Lorenzo Bassini ed Elio Petricci, orgogliosi di conoscere il parere tecnico sulla pista del pluridecorato pilota.

Dopo anni di distanza dalla prima volta, coincisa con l’inizio della mia carriera, sono tornato in questo bellissimo impianto gestito in maniera impeccabile dal motoclub Baglioni – ha dichiarato Cairoli, alle prese con un avvincente testa a testa con l’olandese Jeffrey Herlings nel mondiale MXGP – una struttura conosciuta che ha fatto la storia del motocross. Per me oggi è un piacere potermi allenare qui in vista della trasferta in Russia. Dopo 4 gare sono vicino alla vetta e il nostro obiettivo è quello di lottare fino alla fine per la conquista del titolo”.

Questo circuito ormai ci ha abituato alla presenza di grandi campioni. Le parole di apprezzamento del più volte campione del mondo Cairoli sul circuito e sulla gestione portata avanti da anni direttamente dall’associazione che lo ha acquisito qualche anno fa – ha precisato l’assessore allo Sport Massimo Massetti ci riempiono di orgoglio e ci spingono a proseguire nel sostenere e promuovere lo sport a tutti i livelli ed in questo caso al vertice della categoria mondiale. Un grazie di cuore va anche al presidente del Motoclub “Baglioni” Franco Polidori”.

Stampa