Foligno, Festival della Bicicletta con la ciclostorica ‘La Francescana’

Foligno, Festival della Bicicletta con la ciclostorica ‘La Francescana’

Sabato 23 settembre giornata ricca di eventi e domenica 24 tutti in sella alle biciclette d’epoca sui luoghi di San Francesco | Ecco le novità e il programma

 

Nel prossimo week end, Foligno tornerà ad essere capitale internazionale della bicicletta: ospiterà infatti la terza edizione della ciclostorica ‘La Francescana’ inserita ufficialmente come undicesima tappa del ‘Giro d’Italia d’Epoca’.

Tutti in sella quindi, domenica 24 settembre, con partenza alle 8.30 da piazza della Repubblica.

Due gli itinerari previsti: uno per i partecipanti al Giro d’Italia Storico, lungo circa 80 km con dislivelli di 600 metri, su bici da corsa ed in abbigliamento rigorosamente vintage, l’altro di 35 km sarà facilmente percorribile da tutti gli amanti del pedale, basterà semplicemente rispolverare la ‘bici del nonno’ o mettersi in sella ad una ruote che risalga almeno a prima del 1987 con abbigliamento ispirato ai ciclisti dell’epoca. Per le iscrizioni c’è tempo sino a prima della partenza, o direttamente al sito www.lafrancescana.it dove si potranno trovare tutte le informazioni utili.

L’itinerario breve si snoderà per sentieri e strade bianche, lungo la campagna folignate sino a Casco dell’Acqua, poi punto ristoro alla Cantina Caprai di Montefalco, si proseguirà sino alla piazza di Bevagna e quindi al Lago di Aiso, con altra degustazione di prodotti tipici e vini. Quindi, pedalata sino a tornare in piazza della Repubblica a Foligno, per concludere col ‘pasta party’ in piazza Don Minzoni.

Il giro di tappa toccherà invece Villa Fabbri a Trevi, Montefalco alla Cantina Caprai, Bevagna al Carapace di Lunelli, Piandarca a Cannara, poi Spello ed infine Foligno. Già confermati circa 400 partecipanti, con equipaggi provenienti da Belgio, Austria, California, Giappone e molte regioni italiane.  Non mancheranno modelli di velocipedi ottocenteschi originali.

“In questa terza edizione La Francescana si trasforma in un grande evento aperto alla città – ha sottolineato il presidente Luca Radi, nella presentazione a Palazzo Comunale – diventando un vero e proprio Festival della Bicicletta. Sabato alle 16 sarà inaugurata la mostra di bici d’epoca Bianchi, e di bici antiche che parteciperanno alla premiazione ‘200 anni dalla prima biciletta’ poi – ha annunciato Radi – apriremo anche il grande mercatino vintage. In serata, cena in un locale del centro con gli iscritti alla tappa, e concerto di Lola Swing Italiano di Alessandra Ceciarelli. Nella giornata di sabato Foligno ospiterà anche il raduno dei soci del Giro d’Italia Storico ed alle 16 – tiene a sottolineare Luca Radi – la cittadinanza è invitata a partecipare, a Palazzo Orfini, alla presentazione del libro di Giacomo Pellizzari sulla Storia e Geografia del Giro Italia”. Seguirà, a Palazzo Deli, un aperitivo a cura del Consorzio del Sagrantino, con spettacolo della Bibliobici, gratuito e per un pubblico di tutte le età.

“La Francescana – ha concluso Radi  – è il più grande evento di Foligno per la promozione internazionale del territorio, del paesaggio, dei prodotti tipici enogastronomici e di un turismo ambientale ed ecosostenibile. Nel pacco gara sarà inserita anche la Francescana Card, utilizzabile sino alla prossima edizione, con sconti in strutture ricettive, musei, degustazioni in cantina ed acquisto di vini e prodotti”.

Presente anche Pietro Stella, presidente folignate della Fiab, che ha annunciato, nel pomeriggio di sabato, a partire dalle 17 una biciclettata in centro storico, aperta a tutti ed a tutti i modelli di bici, con soste illustrative difronte ai monumenti più o meno conosciuti della città.

“La grande attenzione che questa edizione sta avendo sulla stampa internazionale, su quella specializzata e le numerose adesioni da fuori Italia confermano il successo dell’evento e la sua ottima organizzazione – ha commentato il sindaco Nando Mismetti – questo conferma ancora una volta la naturale tradizione di Foligno alla cultura della bicicletta e proprio su questo settore del turismo su due ruote dobbiamo concentrarci – ha annunciato il primo cittadino – anche sviluppando sinergie lungo l’asse della nuova Val di Chienti”.