Comune Todi capofila del progetto “Pro-Farm”, contro le disuguaglianze

Comune Todi capofila del progetto “Pro-Farm”, contro le disuguaglianze

L’iniziativa inserita nell’ambito del programma europeo Erasmus+

L’Umbria è capofila del progetto Pro Farm a valere sul programma europeo Erasmus +, volto a ridurre le disparità dei risultati di apprendimento nei ragazzi con bisogni educativi speciali, per la realizzazione di reti territoriali di agricoltura sociale, al fine dello sviluppo professionale e personale dei ragazzi disabili.

Todi è il primo comune della regione fra i sei individuati – Foligno, Gubbio, Terni, Spoleto e Magione – a firmare il memorandum che prevede, oltre all’adesione e attuazione del progetto, la creazione di un tavolo di lavoro per la sperimentazione tra i soggetti coinvolti:
Regione, Comune, Associazione centro studi città di Foligno, Istituto agrario Einaudi Ciuffelli, Etab, Cooperativa Nuova Dimensione, Cooperativa Polis e associazione “Insieme per Volare”.

“Siamo di fronte ad un’importante misura di innovazione sociale – commenta Alessia Marta, assessore comunale ai servizi sociali – perché a differenza degli altri progetti che offrivano un aiuto discontinuo sul quale sia i ragazzi che le famiglie non potevano contare in modo costante e proficuo, stavolta si parte proprio dall’alternanza scuola-lavoro, fase in cui si lavorerà di più in questo momento, per giungere ad un vero servizio di accompagnamento al lavoro, nel quale il soggetto potrà sviluppare maggiori competenze e autonomia e giungere alla costituzione di un impresa di agricoltura sociale”.

“Per il nostro territorio – conclude l’assessore – è di fondamentale importanza avere enti come l’Etab e l’Istituto agrario che svolgono un ruolo di grande sostegno a tutta la comunità e si predispongono, come in questo caso, nuove progettualità a favore dei soggetti più fragili e bisognosi e delle loro famiglie”.