Asl 1, uffici chiusi per allagamento

Asl 1, uffici chiusi per allagamento

Acqua nel poliambulatorio di Ponte San Giovanni


“Spiacenti, gli uffici sono chiusi per allagamento”. Questa la spiegazione che, da un improvvisato punto informazioni allestito alla vetrata d’ingresso, si sono sentiti dare gli utenti che si sono recati agli uffici della Usl 1 di Ponte San Giovanni.

L’acqua piovuta dal piano superiore ha infatti invaso i poliambulatori, il centro analisi e le aree del Cup. In alcuni punti il controsoffitto è crollato. Il sistema elettrico è andato in tilt, così come alcuni computer, tra cui, appunto, quelli che gestiscono le prenotazioni attraverso il Cup unico regionale. Per questo servizio gli utenti sono stati dirottati alle farmacie (dove si possono anche effettuare i pagamenti del ticket), mentre per altri tipi di attività (come le analisi) è stato detto loro di tornare tra due – tre giorni. Questo, dunque, il tempo previsto per ristabilire la funzionalità di tutti i reparti del centro medico. Anche perché c’è da verificare se l’acqua caduta copiosa dal soffitto (al punto da invadere pure gli stabili del piano terra), con il conseguente black out, abbia danneggiato le apparecchiature utilizzate.

Nel frattempo, per tutta la giornata di lunedì sono state effettuate solo le visite ambulatoriali e le medicazioni. Con i medici “trasferiti” nella cosiddetta “Area gialla”, l’unica agibile. Pazienti in fila, mentre le donne delle pulizie si davano da fare per ripulire il piano ed i tecnici cercavano di comprendere l’entità dei danni alle apparecchiature.

Sembra che l’acqua sia arrivata da un ufficio del piano superiore, inutilizzato da molto tempo. Il personale dei poliambulatori sostiene che già in passato c’erano state delle avvisaglie, con piccole infiltrazioni d’acqua. Evidentemente, si è pensato che si trattasse solo di infiltrazioni dovute ai temporali, non di qualcosa di più grave. Invece, chi si è recato al lavoro lunedì mattina ha trovato il piano completamente allagato, i macchinari bagnati e parte del controsoffitto crollato, a causa dell’acqua caduta forse già dalla notte di sabato e per tutta la domenica.

(modificato alle 18.30)

Stampa