Zuccarini a Guercio: "Ai Comuni serve personale" | Il video

Zuccarini a Guercio: “Ai Comuni serve personale” | E su integrazione ospedale Foligno – Spoleto: “Pronti a discutere”

Redazione

Zuccarini a Guercio: “Ai Comuni serve personale” | E su integrazione ospedale Foligno – Spoleto: “Pronti a discutere”

Gio, 27/01/2022 - 21:38

Condividi su:


Intervista a tutto campo del sindaco di Foligno, ormai a metà legislatura. Apertura a Spoleto per l'integrazione degli ospedali

Personale, progetti e sanità. Il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, a Guercio fa il punto della legislatura folignate, giunta a metà, dopo due difficili anni di pandemia.

Amministrazione poco fortunata

La mia amministrazione – dice – è stata poco fortunata, trovandosi di fronte ad una emergenza pandemica mai vista. Ci siamo trovati a far fronte a nuove necessità attraverso buoni pasto e pacchi viveri. Nonostante questo non abbiamo mai mollato e abbiamo portato avanti il nostro programma con risultati per i quali ringrazio la mia squadra, ma anche tutta la macchina comunale“.

La pandemia mondiale e Foligno

Non abbiamo mai smesso di lavorare e abbiamo portato avanti le nostre iniziative e le nostre manifestazioni. La pandemia è stata peggiore del terremoto. Quest’ultimo colpisce solo una parte di terreni e gli altri sono in grado di aiutarti – spiega Zuccarinimentre la pandemia mondiale mette tutti nelle stesse condizioni e impedisce alle amministrazioni di andare avanti nella progettualità“.

Le necessità di personale

Quanto alle opportunità che ci sono e ci saranno: “I bandi vinti per Pnrr e scuole indicano un buon lavoro fatto dagli uffici. Ora la sfida è realizzarli, ma per farlo serve personale. La sfida del governo sarà dotare i comuni del personale necessario per affrontare i progetti, altrimenti rischiamo di andare in crisi. Lo Stato deve metterci nelle condizioni di reclutare personale“.

Pioggia di euro

I soldi a cui fa riferimento il sindaco sono quelli per la “Rigenerazione urbana” e per la ricostruzione delle scuole. E sui tempi: “Sono quelli del Pnrr: per il 2026 dovremo avere le fatture in mano e rendicontare. Contiamo di realizzare tutto entro la fine della legislatura. E se i cittadini vorranno, ci metteremo al servizio altri cinque anni“.

Sanità e ospedale unico

Rispondendo al quesito sulle dieci domande del Pd in materia di sanità: “I dati parlano chiaro e abbiamo fatto il nostro dovere. Andare a individuare le carenze non fa bene a nessuno“. Sull’ospedale unico: “Il piano sanitario compete alla Regione ma è chiaro che si andrà verso la razionalizzazione. La partita dell’integrazione è comunque tutta da giocare. Avremo le sedi giuste in cui mettere da parte il campanile e costruire il futuro, individuando le vocazioni di ciascun territorio“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!