Vito Riggio cittadino onorario di Assisi “Il suo amore per San Francesco ha sostenuto l'intitolazione dell'aeroporto umbro”

Vito Riggio cittadino onorario di Assisi “Il suo amore per San Francesco ha sostenuto l'intitolazione dell'aeroporto umbro”


share

Sa.Mi.

Venerdì11 gennaio, al Palazzo Comunale di Assisi, si è svolta la cerimonia  di conferimento della Cittadinanza Onoraria Città di Assisi al Commissario  Straordinario dell’Enac Vito Riggio.
La motivazione del  conferimento, deliberato dal Sindaco e dal Consiglio  Comunale nel  novembre del 2012, esprime: “La Città di Assisi, con animo grato, per avere l’onorevole Vito  Riggio, nei difficili momenti della ricostruzione post-sismica, contribuito, con atti concreti, allo  sviluppo della Città di Assisi con le Sue competenze tecnico-amministrative accompagnate  da una straordinaria carica di umanità. Una particolare gratitudine è a Lui rivolta per aver arricchito il territorio con il potenziamento e  la riqualificazione dell’aeroporto regionale, assurto a carattere internazionale. Il Suo amore per San Francesco ha sostenuto l’intitolazione dello scalo aeroportuale umbro al Santo Patrono d’Italia”.

Riggio, nel ringraziare le Istituzioni cittadine e regionali per il prestigioso  riconoscimento, ha affermato:  “Sono molto legato alla città di Assisi e all’intera Umbria  e mi riempie di soddisfazione il pensiero di aver accompagnato il percorso di crescita del nuovo aeroporto dell’Umbria – Perugia, intitolato a San Francesco d’Assisi. Mi auguro che questo  scalo contribuisca ad aumentare il flusso  del traffico, compreso quello  turistico-religioso,  verso questa splendida Regione”.

All'evento hanno preso parte oltre ovviamnete al sindaco Claudio Ricci, l'assessore regionale Silvano Rometti, il presidente della Sase Alberto Fagotti, la già presidente della Regione Umbria Maria Rita Lorenzetti, alcuni parlamentari dell'Umbria e l'assessore provinciale alla cultura e sindaci del territorio.

Non sono mancate le polemiche. Alcuni mal di pancia sul conferimento della pretigiosa cittadinanza onoraria da parte dell' opposizione. Ad esprimerle il capogruppo Pd Simone Pettirossi “Assisi ha un ruolo mondiale, che va rispettato e che impone al consiglio comunale di effettuare un confronto approfondito sul conferimento delle cittadinanze onorarie e delle benemerenze. Fino ad oggi – spiega Pettirossi – c'era stata una buona prassi, quella di una disamina preventiva, in conferenza dei capigruppo, delle cittadinanze, per costruire le condizioni necessarie per giungere ad una proposta condivisa e unitaria, visto peraltro che servono i 2/3 dei voti del Consiglio comunale. Così si è operato, ad esempio, per il conferimento della cittadinanza onoraria assegnata al Direttore dei Musei Vaticani Antonio Paolucci e anche per la benemerenza assegnata a Sergio Fusetti, legate al grandissimo impegno profuso nel periodo del terremoto, in particolare per il restauro della Basilica di San Francesco. Riteniamo, perciò, che ci sia stata una caduta di stile, volendo forzare la mano sul conferimento di una cittadinanza onoraria collegata alla recente inaugurazione dell'aeroporto dell'Umbria senza alcun preventivo confronto con le minoranze. Avremmo auspicato un raccordo e un cordiale confronto tra maggioranza e minoranza affinché si giungesse ad una proposta unanime, ma il sindaco invece ha voluto avanzare una proposta unilaterale. Esprimiamo, perciò, il nostro forte disappunto, ma abbiamo deciso, comunque, per puro galateo istituzionale, di esprimere un voto di astensione”.

share

Commenti

Stampa