Via Perugina, continua l'odissea | Ennesimo stop ai lavori, ora interviene il Ministero - Tuttoggi

Via Perugina, continua l’odissea | Ennesimo stop ai lavori, ora interviene il Ministero

Davide Baccarini

Via Perugina, continua l’odissea | Ennesimo stop ai lavori, ora interviene il Ministero

La soprintendenza prende ancora tempo per tutelare i resti di un locale di epoca romana e di un mosaico, si allungano i tempi dell'intervento sull'arteria | A giorni summit decisivo con i vertici del dicastero
Gio, 01/12/2016 - 10:57

Condividi su:


Non sembra mai aver fine l’odissea di via Perugina, una delle principali arteria di collegamento al centro storico di Gubbio. Ancora una volta, infatti, la Soprintendenza, che segue il caso da mesi, ha dato l’ennesimo stop ai lavori proprio a causa di quei resti di un locale di epoca romana e di quel mosaico ritrovati sottoterra e che fino ad oggi hanno fatto tanto discutere.

Via Perugina, lavori ultimati entro maggio 2017 | Stirati “Falsità sui reperti”

Ora la palla passa addirittura al Ministero dei beni culturali, il quale dovrà trovare in tempi brevi una soluzione definitiva per la tutela dei reperti, che di conseguenza sbloccherebbe anche l’impasse degli interventi alla rete fognaria e in superficie sulla via. Un disagio per automobilisti, residenti e commercianti che dura ormai dallo scorso aprile.

Reperti archeologici sotto via Perugina, Liberati “Tutelare splendore Gubbio romana”

Inevitabile, a questo punto, un ulteriore allungamento dei tempi di ultimazione dei lavori, e l’abbandono definitivo dell’ipotesi, annunciata dall’assessore Tasso, di un’apertura entro dicembre fino a viale don Minzoni. Scartata anche la soluzione illustrata, nella conferenza di fine ottobre, dall’architetto Spartaco Capannelli, che aveva previsto un’eventuale distacco con successiva valorizzazione nell’ Antiquarium” dei reperti.

Via Perugina in balìa della Soprintendenza | Stirati e Tasso “Lunedì ripartono lavori”

Tutto fermo dunque. Ora non resta che aspettare l’incontro, che avverrà tra qualche giorno, tra il Ministero e la Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria Marica Mercalli. Solo dopo si saprà qualcosa in più sul destino, infausto, di via Perugina.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!