Venerdì Santo, la suggestiva Via Crucis a Fossato di Vico - Tuttoggi

Venerdì Santo, la suggestiva Via Crucis a Fossato di Vico

Redazione

Venerdì Santo, la suggestiva Via Crucis a Fossato di Vico

Tutto il programma della rievocazione che si svolge nel borgo da oltre 40 anni
venerdì, 14/04/2017 - 11:07

Condividi su:


Venerdì Santo, la suggestiva Via Crucis a Fossato di Vico

Si rinnova, come ormai tradizione consolidata da ben oltre quaranta anni, la rievocazione storica del Venerdì Santo per le suggestive vie e chiese del centro storico di Fossato di Vico. Il borgo appenninico è il vero valore aggiunto per una manifestazione che ha visto partecipare numerosi generazioni di fossatani nei panni dei vari protagonisti oltre a richiamare tantissimi turisti e visitatori.

Le varie scene teatrali si snodano in un percorso prestabilito dove il vero protagonista è ancora una volta interpretato da Stefano Castellani, il giovane attore in erba che ormai da alcuni anni interpreta con bravura il ruolo di Gesù Cristo. Insieme a lui tanti figuranti, veterani e non, giovani ed anziani, animati da un grande attaccamento per una manifestazione che unisce all’alto valore spirituale, un grande valore teatrale e scenografico.

Questa sera, 14 aprile, si partirà come di consueto dai locali del “Forno” alle ore 20,30 con la rievocazione dell’Ultima Cena. A seguire si raggiungerà l’”Orto degli ulivi” nel piccolo parco adiacente alla maestosa Torre dell’orologio. Il processo dei Sommi Sacerdoti sarà celebrato nella duecentesca chiesa di San Pietro raggiungibile percorrendo Via Regina Margherita, il Cristo subirà la condanna di Caifa e verrà poi consegnato ai soldati romani. PasquaA seguire il processo di Pilato che quest’anno, a causa dell’inagibilità della chiesa di San Sebastiano, si svolgerà presso l’auditorium San Cristoforo dove  Gesù verrà flagellato e appena uscito inizierà la struggente Via Crucis.

Nel ripercorrere il percorso verso la crocifissione, Cristo incontrerà la Madonna, il cireneo, la Veronica , le pie donne, cadendo più volte sotto il peso della croce. La scena della crocifissione avverrà nel piazzale del Lavatoio, in un luogo ben visibile al pubblico che potrà vivere questo toccante momento, accompagnato dagli effetti speciali e dai suggestivi giochi di luci preparati per l’occasione.

Al termine della rievocazione teatrale, organizzata dalla Pro Fossato, partirà la processione del Cristo Morto accompagnata dalla Confraternita di San Sebastiano che, al suono dei mesti canti del miserere stabat mater, chiuderà la manifestazione raggiungendo il Monastero di Santa Maria del Fonte.

Articolo e foto di William Stacchiotti

Condividi su:


Aggiungi un commento