Umbertide pronta ad alzare il sipario sul 'Settembre Ottocentesco' - Tuttoggi

Umbertide pronta ad alzare il sipario sul ‘Settembre Ottocentesco’

Redazione

Umbertide pronta ad alzare il sipario sul ‘Settembre Ottocentesco’

Mar, 14/09/2021 - 13:10

Condividi su:


L'appuntamento è dal 16 al 25 settembre, per rivivere anche nel 2021 le magiche suggestioni del XIX secolo tra Teatro dei Riuniti e Piazza Fortebraccio

Per il secondo anno consecutivo la Fratta dell’800 si trasforma nel “Settembre Ottocentesco”.

L’appuntamento è dal 16 al 25 settembre, per rivivere anche nel 2021 le magiche suggestioni del XIX secolo. Per motivi legati alle normative anti Covid, anche quest’anno sarà una edizione particolare che si comporrà di spettacoli ed eventi organizzati da Comune di Umbertide, Associazione Storica Fratta dell’800 e Accademia dei Riuniti in totale sicurezza.

Il Teatro dei Riuniti e l’antistante Piazza Fortebraccio saranno i luoghi del “Settembre Ottocentesco”, dal 16 al 19 settembre, e di “Ottocento in danza” il 24 e il 25 settembre.

Settembre ottocentesco, programma

Il Settembre Ottocentesco partirà giovedì 16 settembre alle 21.30 al Teatro dei Riuniti, dove in apertura di manifestazione verrà presentato il nuovo sito web Fratta800.com. A seguire concerto della corale di Umbertide “Ebe Igi” con un programma di arie ottocentesche.

Venerdì 17 settembre, alle 18.30, in Piazza Fortebraccio, si terrà la presentazione del nuovo libro di Federico Ciarabelli dal titolo “Umbertidesi nel Risorgimento, note su cento patrioti”. Il volume è pubblicato dall’Associazione Fratta800, in occasione di questa edizione del Settembre Ottocentesco. Sempre venerdì, dalle 21.30 in poi, si comincia con gli spettacoli. Debutta alle 21.30 in Piazza Fortebraccio Ciro Masella con il suo “Il Funambolo della luce. Nikola Tesla, l’uomo che illuminò il mondo”. Lo spettacolo è un appassionato viaggio dedicato a uno dei più sorprendenti pensatori vissuti a cavallo tra ‘800 e ‘900. Sul palco il racconto si snoda e viene condotto con maestria dallo stesso Masella (che ne è anche autore), Olmo de Martino e le coreografie della ballerina Isabella Giustina.

Venerdì a mezzanotte al Teatro dei Riuniti, la prima serata si chiude con lo spettacolo “L’Atelier dell’Artista”, omaggio a Georges Feyedeau, realizzato dall’Accademia dei Riuniti. Si tratta di una performance di pittura dal vero condotta dall’artista Antonio Renzini, una esibizione di burlesque realizzata dalla performer Candy Rose (vera star nel panorama italiano del Burlesque) e un omeggio teatrale a Georges Feyedeau, grande commediografo francese.

Sabato 18, alle 16, sarà possibile assistere, nelle vie del centro storico, alla Calata delle Taverne, una passeggiata in costume da parte del popolo delle taverne, animatore indiscusso della festa. Alle 18.30 in Piazza Fortebraccio verrà presentato il libro di Alessandra Oddi Baglioni dal titolo “Le relazioni pericolose 2.0”. L’opera è una divertente riscrittura del notissimo romanzo epistolare di Choderlos de Laclos, in cui l’autrice cambia e attualizza sia i mezzi di comunicazione (posta elettronica e messaggistica al posto delle lettere su carta) e anche il carattere dei personaggi, ovvero quel che ci si poteva attendere nell‘800 in campo sentimentale da una ragazza di 18 anni, e quel che ci si può attendere adesso.

A seguire, alle 21.30, andrà in scena uno spettacolo musicale dedicato alle arie celebri dell’operetta. Il concerto, dal titolo “Da Parigi a Vienna, in compagnia dell’operetta” è prodotto dalla compagnia AlfaFolies di Torino e vedrà esibirsi sul palco un baritono, un soprano e un piccolo corpo di ballo, in un percorso in due tempi dedicato alla storia del più popolare genere musicale ottocentesco. Alle 24, al Teatro dei Riuniti, torna in replica lo spettacolo “L’Atelier dell’Artista”.

Domenica 19, alle 21.30 al Teatro dei Riuniti, gran finale di qualità con il gruppo “Operaktores” del conservatorio Francesco Morlacchi di Perugia, che porterà in scena “A core a core. Nel salotto della tradizione italiana”, un racconto melodico dedicato alla canzone napoletana tra ‘800 e ‘900.

Ottocento in Danza

Il weekend del 24 e 25 settembre sarà Ottocento in Danza, un fine settimana al Teatro dei Riuniti dedicato alle scuole di danza di Umbertide.
Si parte il 24 settembre, alle 21.30, con l’esibizione di Danza Nov’art con “Cuore”, liberamente ispirato all’opera di de Edmondo de Amicis e coreografie realizzate da Eleonora Forlucci e Silvia Orlandi.

Il 25 settembre alle 21.30 sarà la volta del Centro Studi Danza che porterà in scena “FolcloRecondito. Il folclore ottocentesco dall’interiorità alla tradizione” con coreografie di Maria Paola Fiorucci e Marta Benvenuti.

Tutti gli appuntamenti di “Settembre Ottocentesco” e “Ottocento in danza” sono gratuiti e pensati per rispettare la massima sicurezza. E’ necessario esibire il Green Pass per poter accedere agli eventi. La prenotazione è fortemente raccomandata. Per info e prenotazioni:
mail: info@accademiadeiriuniti.com – Cell: 370.3515135

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!