Ternana – Perugia 0-1 | Denunciati un tifoso del Grifo ed uno delle Fere | Aggiornamenti e foto

Ternana – Perugia 0-1 | Denunciati un tifoso del Grifo ed uno delle Fere | Aggiornamenti e foto

Disordini all’uscita dei tifosi poi confronto con la squadra | Danneggiati due mezzi delle forze dell’ordine | Perugia sogna i playoff, ‘inferno’ rossoverde | Le coreografie allo stadio

share

Aggiornamento alle ore 21:30 – E’ stata imponente la macchina della sicurezza al lavoro durante il derby Ternana – Perugia, finito 0-1. Ben 400 gli uomini delle forze di polizia statali e locali impegnati nei servizi di ordine pubblico predisposti dal questore di Terni Carmine Belfiore, accuratamente pianificati nel corso di varie riunioni e sopralluoghi non hanno fatto registrare scontri. Ad eccezione, in realtà, di un episodio avvenuto a fine partita, quando alcuni tifosi della Ternana, volendo contestare le Fere, hanno lanciato alcuni sassi e petardi contro il battaglione dei carabinieri, danneggiando lievemente due mezzi.

>> Articolo correlato: Commento al derby | Perugia sogna i playoff, ‘inferno’ rossoverde

Due i tifosi denunciati, uno del Perugia, l’altro della Ternana. Il primo è stato denunciato oggi dopo essere stato trovato in possesso di un fumogeno. Ieri sera, invece, personale della Digos e della squadra volante ha denunciato un tifoso della Ternana che aveva in auto fumogeni, ‘artifici pirici’ ed una mazza da baseball.

Il questore ha voluto ringraziare, al termine della giornata, tutti coloro che hanno collaborato alla buona riuscita del servizio di sicurezza.

>> Articolo correlato: Derby, caos Ternana  | Tifosi a confronto con la squadra

>> Articolo correlato: Ternana-Perugia, spettacolari coreografie al “Liberati” per derby dell’Umbria | Foto e video


Aggiornamento ore 18 – I tifosi della Ternana, a fine partita, sfogano la loro delusione dentro e fuori dallo stadio, prima fischiando i giocatori al rientro negli spogliatoi e poi contestando pesantemente la squadra da dietro i cancelli. Vicino ad una camionetta dei carabinieri esplodono anche un paio petardi. La image-uploaded-from-ios-2celere in assetto, contro la quale arriva anche il lancio di sassi, riesce però a tenere sotto controllo la situazione. Alle 18.30 il pullman della Ternana esce dallo stadio tra le proteste e gli insulti dei tifosi. Alle ore 18.46 un gruppo di tifosi si è riunito davanti all’Hotel Garden (base della Ternana) per avere un confronto con la squadra. Carabinieri schierati.


Anche nel secondo tempo è quasi solo Perugia. La Ternana non è riuscita a costruire, nell’ambito di tutta la partita, un’occasione degna di questo nome, mentre il Perugia si è fatto apprezzare per la continuità di gioco e l’organizzazione delle trame offensive. Ma, al 29′, il Grifo trova il graffio vincente con Nicastro, che, in acrobazia volante, aggancia il bel cross di Del Prete e batte Aresti. La Ternana ha un sussulto di orgoglio e, nel giro di un minuto dal 31′ al 32′, crea due nitide palle gol, entrambe con Palombi. Nella prima occasione la porta biancorossa è salvata da un difensore, mentre nella seconda è strepitoso Brignoli a sventare in angolo. Al 40′ la Ternana ancora vicina al gol del Pareggio, ma il colpo di testa di Defendi sfila di poco alato rispetto al secondo palo.

Primo tempo finito con una supremazia territoriale del Perugia che non è però rfiuscito a concretizzare le ocasioni create. La prima al 32′ con Mustacchio che, dopo l’errore in disimpegno di Palumbo impegna severamente Aresti che è bravo a respingere il diagonale dell’attaccante ospite. Perugia ancora  pericoloso al 38′ con la discesa di Guberti sulla destra che si fa respingere la conclusione da Aresti; sulla respinta raccoglie Brighi che spara alto. Qualche minuto più tardi è ancora Perugia:  prima con Di Chiara, poi, nel finale, con occasioni da gol.

TERNANA (4-3-3): Aresti; Zanon, Valjent, Meccariello, Germoni; Defendi, Ledesma, Palumbo (26′ st Di Noia); Pettinari (1′ st Palombi), Acquafresca (36′ st Monachello), Falletti. In panchina: Di Gennaro, Masi, Contini, Petriccione, Avenatti, La Gumina. Allenatore: Gautieri.

PERUGIA (4-3-3): Brignoli; Del Prete, Volta, Monaco, Di Chiara; Brighi, Gnahorè (13′ st Acampora), Dezi; Mustacchio, Forte (32′ st Belmonte), Guberti (19′ st Nicastro). In panchina: Elezaj, Fazzi, Ricci, Di Carmine, Dossena, Terrani. Allenatore: Bucchi.

ARBITRO: Pinzani di Empoli (assistenti Santoro e Prenna)

RETI: 29′ st Nicastro

Formazioni ufficiali

TERNANA (4-3-3): Aresti; Zanon, Valjent, Meccariello, Germoni; Defendi, Ledesma, Palumbo; Pettinari, Acquafresca, Falletti. In panchina: Di Gennaro, Masi, Contini, Petriccione, Di Noia, Monachello, Avenatti, Palombi, La Gumina. Allenatore: Gautieri.

PERUGIA (4-3-3): Brignoli; Del Prete, Volta, Monaco, Di Chiara; Brighi, Gnahorè Dezi; Mustacchio, Forte, Guberti. In panchina: Elezaj, Fazzi, Acampora, Ricci, Di Carmine, Dossena, Belmonte, Nicastro, Terrani. Allenatore: Bucchi.

ARBITRO: Pinzani di Empoli (assistenti Santoro e Prenna)


14.30 – Squadre in campo per il riscaldamento prepartira, i primi ad uscire sono stati i rispettivi portieri delle due squadre, con Brignoli, passato da ex rossoverde, beccato insistentemente dal pubblico di casa. Da sottolineare la caduta di stile della regia del “Liberati”che all’ingresso in campo del Perugia ha diffuso la canzone “Brutta” di Alessandro Canino. Per un derby seguito a livello nazionale non una bella figura di sportività. Altra figuraccia dello speaker del “Liberati” che in sede di presentazione delle squadre ‘storpia’ volontariamente il nome del portiere Brignoli, facednolo diventare “Brignoccoli”.


13.50 – Arrivano adesso i primi pullman dei tifosi del Perugia


image-uploaded-from-ios13.30 – Questa l'”accoglienza” degli ultras ternani nella curva riservata ai tifosi del Perugia. La scritta è stata rimossa dagli agenti Digos. Aperte indagini

image-uploaded-from-ios-113. 10 – Il pullman del Perugia è appena arrivato allo stadio accolto da cori e sfottò dei rossoverdi. L’ex Ternana Brignoli tempestato di insulti

Ore 13.05 – Tifosi iniziano ad affluire ai tornelli

fullsizerender-2

Ore 13 – Terni blindata ad ogni strada di ingresso in città. Molte pattuglie di Municipale, Polizia, Guardia di Finanza e carabinieri a presidiare altrettante zone. Fermate le prime macchine e scattati primi controlli


Il giorno del 90° Derby dell’Umbria è finalmente arrivato. L’attesa e la tensione crescono con il passare dei minuti e lo stadio “Liberati”di Terni è pronto ad accogliere circa 10mila tifosi (introno ai 1300 supporter biancorossi) in una cornice sicuramente colorata e ricca dei tradizionali sfottò.

Come sempre il match, considerato “ad alto rischio” dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive, ha comportato un’importante schieramento di forze dell’ordine, impegnate già da due giorni in controlli a tappeto e sequestri di vario materiale per garantire la massima sicurezza. Già scattati, da questa mattina, il blocco del traffico sulle strade che circondano lo stadio e il divieto di vendita di bevande in vetro nei locali limitrofi ad esso.

fullsizerender-3

Quello di oggi alle 15 è il confronto numero 44 in casa delle Fere, l’ultimo dei quali ha visto sorridere il Perugia, corsaro al “Liberati” grazie al gol su rigore di Ardemagni, festeggiato con tanto di selfie alla Totti.

La Ternana è praticamente obbligata a vincere, vista la penultima posizione in classifica a -4 dalla zona salvezza. Mister Gautieri, grande ex di turno, vuole invertire il trend negativo delle ultime 6 gare (5 sconfitte e una sola vittoria) confermando il 4-3-3 sconfitto a La Spezia, col neo acquisto Acquafresca dal 1’ al posto di Avenatti.

Per quanto riguarda il Perugia, invece, vincere il derby vorrebbe dire continuare a coltivare il sogno playoff. Mister Bucchi sembrerebbe avere un solo nodo da sciogliere, quello tra Belmonte e Monaco. Per il resto confermato l’11 che ha sconfitto il Brescia 3-2 in rimonta al “Curi”.

Probabili formazioni

Trnana (4-3-3): Aresti; Zanon, Valjent, Meccariello, Rossi; Defendi; Ledesma, Di Noia; Pettinari, Acquafresca, Falletti. All. Carmine Gautieri.

Perugia (4-3-3): Brignoli; Del Prete, Volta, Belmonte, Di Chiara; Ricci, Brighi, Dezi; Guberti, Mustacchio, Forte. All. Cristian Bucchi.

share

Commenti

Stampa