Stop al servizio scuolabus...a 15 giorni dall'inizio delle lezioni | Insorgono i genitori - Tuttoggi

Stop al servizio scuolabus…a 15 giorni dall’inizio delle lezioni | Insorgono i genitori

Davide Baccarini

Stop al servizio scuolabus…a 15 giorni dall’inizio delle lezioni | Insorgono i genitori

Sab, 03/09/2022 - 10:34

Condividi su:


I genitori delle frazioni a sud di Gubbio hanno lanciato una petizione e si sono rivolti anche ad un legale "Avevamo già comprato libri e materiale e organizzato le nostre vite, il servizio ci è stato negato!"

Il servizio di scuolabus interrotto…a 15 giorni dall’inizio delle lezioni. A lanciare l’allarme, con tanto di petizione e vie legali, sono i genitori delle frazioni a sud di Gubbio: Scritto, Belvedere, Santa Cristina e Valdischiascio.

Il servizio di trasporto alunni fu predisposto nel 2014, anno in cui fu chiusa la scuola di Scritto (per mancanza di iscritti). Da allora i bambini delle frazioni sopracitate furono tutti dirottati verso l’”Aldo Moro”, plesso lontano circa 20 km ma appartenente allo stesso circolo didattico: per limitare i disagi e raggiungere il plesso di via Magellano a Gubbio (distante una ventina di km), dunque, fu messo a disposizione lo scuolabus.

Già nel 2017, però, una determina comunale aveva sancito la fine del servizio di trasporto nel 2022 e, come annunciato, lo scorso 29 agosto il mezzo per portare gli alunni alla Aldo Moro è stato sospeso. Lo scuolabus arriverebbe infatti solo fino a Cipolleto che, secondo la normativa e il conseguente principio di economicità, risulta la scuola “più vicina” (anche se per raggiungere l’Aldo Moro basterebbe fare appena 4 km in più).

La nostra battaglia – fanno sapere i genitori – parte dal 2020 tramite lettere, incontri con sindaco e assessore e raccolte firme. Dall’ultimo incontro con gli amministratori eravamo arrivati ad un accordo: il servizio sarebbe stato garantito fino alla fine del ciclo scolastico per tutti i bambini iscritti entro il 2022 a materna e primaria. Se inoltre vi fossero stati posti disponibili sullo scuolabus, il Comune avrebbe garantito il trasporto anche ai bambini che sarebbero entrati in primaria dopo il 2022″.

Visto questo accordo fatto un anno fa – aggiungono i genitori che hanno intrapreso anche le vie legali difesi dall’avvocato Ubaldo Minelli – noi genitori eravamo tranquilli per quanto riguarda le iscrizioni dei nostri figli! Abbiamo comprato libri e materiali e organizzato le nostre vite e il nostro lavoro ma a 15 giorni dall’inizio della scuola ci è stato negato il servizio! Siamo a chiedere compatti di mantenere le promesse fatte! Non solo per noi ma anche per i nostri figli, che si ritroverebbero catapultati in una realtà totalmente diversa dalla precedente”. Sul web è stata pure aperta una raccolta per firme per sostenere le ragioni dei genitori.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!