Spoleto Cammina, domenica 29 novembre alla scoperta delle porte romane - Tuttoggi

Spoleto Cammina, domenica 29 novembre alla scoperta delle porte romane

Redazione

Spoleto Cammina, domenica 29 novembre alla scoperta delle porte romane

Domenica il secondo dei tre appuntamenti di Spoleto Cammina dedicati alla capitale italiana della cultura 2017
Mar, 24/11/2015 - 22:28

Condividi su:


Spoleto Cammina, domenica 29 novembre alla scoperta delle porte romane

Si è tenuto domenica 22 novembre il primo dei tre appuntamenti programmati per “Spoleto Cammina”, le passeggiate per la salute, dedicate alla nomination di Spoleto Capitale Italiana della Cultura 2017.

Le passeggiate per la salute, iniziativa che nasce sia per promuovere la salute e il benessere dei cittadini sia per scoprire la cultura e le bellezze storiche della città, hanno avuto ed avranno come tappe alcuni monumenti legati al progetto di Spoleto Capitale della Cultura.

Il percorso conoscitivo ruota infatti attorno al fulcro concettuale delle Porte della Città e del Teodelapio, la grande scultura di Calder, scelta come simbolo del progetto. La passeggiata di domenica, che ha attraversato la città e poi il Giro dei Condotti, ha avuto come tappa importante uno dei cardini del progetto di Spoleto Capitale della Cultura, la Basilica di San Salvatore, patrimonio UNESCO. Cicerone per Spoleto Cammina è stato l’architetto Giorgio Flamini, tra gli estensori del dossier della Capitale della Cultura.

I prossimi due appuntamenti con i percorsi legati a Spoleto Capitale della Cultura sono in programma Domenica 29 novembre (protagoniste le Porte Romane) e Domenica 20 dicembre (le Porte Medievali).

“Spoletocammina – passeggiate per la salute – scopri la città” è promosso dal Comune di Spoleto, dall’USL Umbria 2 e dall’Associazione CittadinanzAttiva in collaborazione con altre associazioni del territorio (Uisp sport per tutti, Ancescao, Cai, Atletica Spoleto 2010, Associazione spoletina per il diabete, Polisportiva dilettantistica la Fenice, Apaca onlus, Croce Rossa italiana).


Condividi su:


Aggiungi un commento