Sorpreso a forzare le auto in sosta a piazza Grimana per derubarle. Arrestato 23enne

Sorpreso a forzare le auto in sosta a piazza Grimana per derubarle. Arrestato 23enne


share

E' stato sorpreso in piazza Grimana, mentre apriva alcune auto in sosta -anche tentando di sfondarne il finestrino- e ne prelevava il contenuto.

Il fattaccio è successo alle cinque di ieri mattina. Gli agenti della volante sono stati allertati da un passante che ha visto un estraneo scendere dall'auto di un suo conoscente, parcheggiata nei pressi dell'Università per Stranieri.

I poliziotti , giunti sul posto, hanno notato immediatamente un ragazzo allontanarsi frettolosamente da un Chrysler Gran Voyager, parcheggiato in piazza, come se volesse sottrarsi al loro controllo, con le mani nascoste dietro la schiena. Gli agenti hanno fermato immediatamente l'individuo, risultato essere un 23enne toscano. A seguito del controllo, il ragazzo  è stato trovato in possesso di un guanto in similpelle nero, un grosso sasso di forma triangolare di cui -secondo la volante- si era servito per cercare di infrangere il vetro del finestrino del fuoristrada ed un navigatore “Tom tom” del quale non ha saputo fornire giustificazioni sul suo possesso.

Poco distante gli agenti hanno trovato un'altra auto di piccola cilindrata che era stata forzata ed aperta smontando la protezione anti turbolenza del finestrino anteriore destra; dall’interno mancavano i documenti di viaggio e diversi oggetti: un paio di occhiali, un carica cellulare da auto, un maglione da uomo ed un guanto in similpelle della mano sinistra, simile a quello indossato dal ladro. Gli oggetti sono stati rinvenuti in un sacco di plastica di nylon nero, usato normalmente per la spazzatura, che era posizionato all’interno di una cabina telefonica vicinissima alla macchina forzata.

F.J. , sedicente, disoccupato, con precedenti di Polizia per reati in materia di sostanze stupefacenti e per furto, è stato arrestato per furto aggravato continuato e ricettazione. Gli oggetti rinvenuti sono stati riconosciuti e riconsegnati al legittimo proprietario e sono in corso ulteriori accertamenti per risalire al proprietario del navigatore. (Fda)

share

Commenti

Stampa