Santa Giuliana, non solo impianto sportivo - Tuttoggi

Santa Giuliana, non solo impianto sportivo

Redazione

Santa Giuliana, non solo impianto sportivo

Ultimi interventi per completare l'adeguamento dell'impianto
Sab, 20/04/2019 - 09:05

Condividi su:


L’Amministrazione Comunale di Perugia ha elaborato un progetto di adeguamento dell’impianto di atletica leggera di Santa Giuliana, per consentire di ospitare manifestazioni di pubblico spettacolo.

Il progetto di ristrutturazione della pista è stato inserito nel programma triennale delle opere pubbliche 2015/2017, condiviso con Fidal, Coni e società sportive, oltre che con la Fondazione UJ, reperendo le fonti di finanziamento mediante il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio per euro 500.000 e proventi da contributo realizzazione “Decathlon” per euro 240.000.

Il 31 maggio del 2017 è stato approvato il progetto esecutivo inerente l’intervento di restauro e risanamento conservativo della pista di atletica di Santa Giuliana, per un importo complessivo di euro 740.000 affidato con gara di appalto alla ditta A.S. Appalti e Restauri srl per una durata di 98 giorni naturali e consecutivi.

L’intervento si è rivelato più complesso di quanto inizialmente preventivato, pensando ad un impianto sportivo di altissimo livello, avente l’ambizione di ottenere l’omologazione “B1” per ospitare campionati top del calendario Federale e meeting internazionali su piste a sei corsie.

Nel corso dei lavori di demolizione e scavo sono stati rinvenuti alcuni sottoservizi (canalizzazioni e tubazioni, pozzetti e caditoie) e un cunicolo di collegamento pedonale interrotto e murato (in origine era l’accesso dei calciatori al campo di gioco). Sono emersi, altresì, “ammaloramenti” delle superfici sintetiche da “restaurare” (strappi e bucature) e si sono resi necessari altri interventi non programmati dovuti alla carenza di manutenzione nel corso degli anni (scollamento di gran parte del manto e del sottostante prefabbricato dal sottofondo in bitume). Imprevisti e condizioni atmosferiche avverse hanno costretto ad una sospensione totale dei lavori, alla quale ha fatto poi seguito una ripresa parziale, previa firma da parte della ditta appaltatrice del verbale di sottomissione e accordo sui nuovi prezzi. Sono state realizzate tutte le demolizioni ed il rifacimento delle opere civili ed impiantistiche nonché tutte le opere di bonifica ed innovazione delle canalizzazioni di smaltimento delle acque piovane.

Si è provveduto all’intera rimozione del manto esistente, alle operazioni di bonifica dei sottofondi, alla stesura dei nuovi bitumi ed alla colatura a strati del manto di finitura in gomma lungo tutta la pista, la realizzazione della segnaletica a terra e delle cordolature in alluminio. Tutte le lavorazioni si sono concluse così come previsto al 12 di settembre.

Sono state sistemate le recinzioni e gli ingressi, installati nuovi cancelli, realizzate le rampe carrabili di accesso ai mezzi di soccorso, nonché l’adeguamento delle buche del salto in lungo, il tutto per un ulteriore importo di circa euro 38.000.

Al termine di tutte le lavorazioni si è proceduto ai collaudi con l’omologazione dell’impianto da parte della Fidal, cui seguirà l’acquisto ed installazione di tutte le attrezzature (fisse e mobili) al fine di avere l’automatica omologazione definitiva per un impianto di categoria B a carattere nazionale.

Nel Bilancio 2018 l’Amministrazione Comunale ha previsto e stanziato ulteriori euro 200.000 tramite alienazioni patrimoniali per l’acquisto delle attrezzature fisse e mobili, per un importo complessivo di circa euro 90.000 da inserire nell’impianto, nonché per rinnovare e completare l’illuminazione con lampade più efficienti del tipo a led, e per realizzare il controllo degli ingressi e la videosorveglianza. Negli ultimi giorni dell’anno 2018, sono inoltre stati reperiti i fondi per euro 35.000 per rinnovare completamente la centrale termica dell’impianto di atletica.

La seconda parte degli acquisti sarà perfezionata con l’approvazione del Bilancio di previsione 2019: attrezzature fisse per un costo di circa euro 17.000; euro 40.000 per l’acquisto delle attrezzature “mobili” mancanti; finanziamento di euro 150.000, per l’adeguamento degli spogliatoi (atto ad ottenere anche l’omologazione Coni).

Ad oggi la struttura del Santa Giuliana risulta fruibile da parte degli utenti, privati e società, che quotidianamente si allenano ed è perfettamente disponibile per ospitare manifestazioni e competizioni, come il 27 aprile e il 17 maggio prossimi, quando nell’impianto si svolgeranno gare giovanili e studentesche.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!