Romizi ufficializza la Giunta, tra sorprese azzurre e sirene verdi

Romizi ufficializza la Giunta, tra sorprese azzurre e sirene verdi

Mobilità a Merli, Bertinelli da tecnico “trasformata” in assessore di Forza Italia


share

Dopo “l’anticipo di Giunta” di venerdì a palazzo Grassi, il sindaco Romizi ha firmato i decreti con gli incarichi agli assessori e le rispettive deleghe assegnate.

L’ultimo nodo era quello relativo alla Mobilità, delega che alla fine è stata assegnata al leghista Merli. Per il resto, tutto più o meno come anticipato nei giorni scorsi.

Queste le deleghe assegnate: Gianluca Tuteri (vice sindaco) e assessore alla Scuola, Edilizia scolastica, Politiche per l’Infanzia e l’Adolescenza, Salute; Edi Cicchi, assessore Politiche sociali, Famiglia, Diritto alla casa, Pari Opportunità e Servizi Civici; Cristina Bertinelli, assessore alle Finanze, Bilancio, Demanio e Patrimonio, Partecipate; Luca Merli, assessore al Personale e Mobilità; Otello Numerini, assessore ai Lavori Pubblici, Infrastrutture, Ambiente e Aree verdi; Michele Fioroni, assessore al Marketing territoriale, Sviluppo economico, Turismo, Perugia digitale e Smart City; Clara Pastorelli, assessore allo Sport e Commercio; Leonardo Varasano, assessore alla Cultura Margherita Scoccia, assessore all’Urbanistica, Edilizia privata e Arredo urbano.

La staffetta tra le donne di Fratelli d’Italia, con la rinuncia di Fotinì Giustozzi e l’ingresso di Margherita Scoccia, architetto, ha ritenuto più opportuno dare a quest’ultima la delega all’Urbanistica.

Il sindaco Romizi tiene per sé, per ora, le deleghe: Sicurezza urbana e Vigilanza, Politiche del Centro storico, Avvocatura comunale, Organizzazione dell’ente, Rapporti con l’Università degli Studi di Perugia, con l’Università per Stranieri, Accademia di Belle Arti e Conservatorio, Rapporti con la Stampa, Comunicazione e PR, Rapporti con Azienda Ospedaliera e Asl 2, Protezione Civile e Calamità Naturali, Politiche della Pace e Cooperazione Internazionale.

Deleghe che prossimamente potranno essere assegnate a consiglieri comunali, insieme ai “mini-assessori già scelti”, anche per fare tornare i conti all’interno della coalizione di maggioranza. Dove con una mossa a sorpresa è stato, ma solo formalmente, risolto il problema della rappresentanza di Forza Italia, il partito del sindaco, che si sente però da Romizi poco rappresentato. La scelta della coordinatrice regionale di Forza Italia, Catia Polidori, di affidare a Cristiana Bertinelli l’incarico di “coordinatrice tecnica del Comitato per la stesura delle linee guida programmatiche di Forza Italia per l’Umbria” fra rientrare il riconfermato assessore al Bilancio in quota azzurra. Bertinelli, che Romizi voleva comunque chiamare nell’esecutivo come tecnico esterno, non si è presentata in alcuna lista. La sua chiamata, quindi, non scorrere la lista azzurra, con nuovi ingressi in Consiglio. Da qui il malumore, in un partito alle prese con una forte riorganizzazione interna. Dove molti, dopo la diaspora verso Progetto Perugia, sono tentati dalle sirene leghiste.

 

share

Commenti

Stampa