Rivoluzione Civile si presenta in Umbria. Lotti "L'agenda Ingroia è l'agenda politica dei diritti umani" - Tuttoggi

Rivoluzione Civile si presenta in Umbria. Lotti “L'agenda Ingroia è l'agenda politica dei diritti umani”

Redazione

Rivoluzione Civile si presenta in Umbria. Lotti “L'agenda Ingroia è l'agenda politica dei diritti umani”

Lun, 21/01/2013 - 13:54

Condividi su:


Rivoluzione Civile si presenta in Umbria. Lotti “L'agenda Ingroia è l'agenda politica dei diritti umani”

Eccolo Flavio Lotti. Il coordinatore nazionale della Tavola della Pace è secondo dopo Ingroia nella lista di Rivoluzione Civile in Umbria. Si presenta questa mattina nella conferenza stampa per l’ufficializzazione dei candidati sotto il nome del magistrato di Palermo, sostenuti da Prc, Idv, Pdci e Verdi oltre ad una galassia di associazioni e movimenti civici. “E’ stato lui stesso a chiamarmi ed io ho riposto. Dopo tanti anni ho deciso di andare alle radici del problema, non c’è pace senza una politica di pace e per questo ho risposto si all’appello di Ingroia”.

I candidati. Per la Camera dei Deputati Rivoluzione Civile schiera: Antonio Ingroia, Flavio Lotti, Carlo Cianetti, Luca Votoni, Alessandra Ruffini, Raffaella Simoncini, Franco Granocchia, Ciro Zeno, Tiziana Fausti. Per il Senato della Repubblica i candidati sono: Marco Gelmini, Giuseppe Mascio, Alfredo Andreani, Annina Pellegrino, Raffaele Goretti, Maura Coltorti, Patrizio Dragani.

L’agenda della lista Ingroia. Un ramoscello d’ulivo, un microfono, del pane, dell’acqua, un libro, la costituzione, una scatola di medicinali. Con questi simbolici oggetti Flavio Lotti ha iniziato il suo intervento. “Vogliamo restituire fiducia a tutta quella gente che non ce l’ha più – spiega Flavio Lotti – vogliamo aprire il parlamento a tutta quella parte dell’Italia che la mala politica vuole tenere lontano. Una politica fondata sui diritti umani: il diritto al cibo, all’acqua, alla salute, all’informazione, alla pace, allo studio e alla cultura, il diritto di avere dei diritti. Questa è l’agenda della lista Ingroia, l’agenda politica dei diritti umani. Non è un programma che qualcuno sta scrivendo a Roma è un programma che scriveremo qui giorno per giorno. Il giorno dopo noi continueremo a lavorare con la gente con cui stiamo lavorando fin da adesso”.

Restituire il denaro pubblico alla società civile. “Lo voglio dire già da oggi – asserisce Lotti – i soldi che se verrò eletto le istituzioni mi daranno saranno in maniera trasparente a disposizione di tutta la società civile responsabile che vuole provare a cambiare le cose. Quella società civile che si impegna, ma è lontanissima dai luoghi dove si prendono le decisioni, noi vogliamo accorciare queste distanze. Soldi che noi vogliamo restituire come si restituisce il maltolto”.

I punti del programma. Si va dalla legalità (contrasto alla criminalità, lotta alla mafia) alla laicità, al ripristino dell’articolo 18 dello statuto dei lavoratori. Tutela dell’ambiente (archiviazione della Tav e del ponte sullo stretto di Messina. Valorizzazione dell’agricoltura e delle energie rinnovabili). Uguaglianza e diritti sociali (eliminazione dell’Imu, colpire l’evasione fiscale, abrogazione della legge Fornero). Pace e disarmo (tagliare le spese militari e promuovere la cooperazione internazionale). Questione morale (Incandidabilità dei condannati, eliminare i privilegi della politica, limite dei mandati).

Aggiungi un commento