Rischio idrogeologico, finanziamenti per messa in sicurezza costone Rocchetta e area Vignoli - Tuttoggi

Rischio idrogeologico, finanziamenti per messa in sicurezza costone Rocchetta e area Vignoli

Redazione

Rischio idrogeologico, finanziamenti per messa in sicurezza costone Rocchetta e area Vignoli

Gio, 21/10/2021 - 19:23

Condividi su:


Ben 750 mila euro arriveranno al Comune di Gualdo Tadino, è il finanziamento più oneroso dei 10 stanziati dalla Regione | Ulteriori 520 mila euro al Comune di Gubbio per risolvere le criticità legate alla frana

Pioggia di soldi in Alto Chiascio per il finanziamento di interventi finalizzati a mettere in sicurezza alcune aree a rischio idrogeologico.

A Gualdo Tadino, per il completamento dei lavori di messa in sicurezza del costone roccioso della Rocchetta – franato in seguito all’alluvione del 2013 – la giunta regionale ha deliberato lo stanziamento di ben 750 mila euro. Si tratta del finanziamento più alto dei 10 previsti in tutta l’Umbria (di cui 4 previsti appunti in altrettanti Comuni della Fascia).

Altri 520 mila euro andranno invece al Comune di Gubbio per l’area di Vignoli, dove saranno realizzate opere necessarie a risolvere le criticità legate alla frana e agli eventi alluvionali del 2012 e del 2013, che da anni l’Ente aveva segnalato alla Regione.

Si profila dunque una soluzione che verrà ora portata all’attenzione del Consiglio Comunale – spiega il sindaco Filippo Stirati la frana di Vignoli aveva toccato da vicino la vita di molte persone e famiglie della zona e adesso, finalmente, vediamo la luce, grazie anche al lavoro serrato fatto dal nostro ufficio tecnico, con l’ingegner Casagrande, e dall’ufficio regionale di Riqualificazione urbana e tutela del paesaggio con l’ingegner Sandro Costantini”.

Infine ulteriori 200 mila euro saranno stanziati al Comune di Scheggia e Pascelupo, per il ripristino della strada comunale di Aiale, anch’essa interessata da una frana, e 70 mila (nell’ambito della “rigenerazione urbana”) al Comune di Valfabbrica per il restauro della Torre Civica, finalizzato alla completa fruizione dell’immobile e al suo utilizzo museale.

Si tratta di un atto molto importante – ha spiegato l’assessore regionale ai Lavori Pubblici Enrico Melasecche costruito in collaborazione con gli enti del territorio. La tempistica fissata dal legislatore prevede di pervenire all’aggiudicazione dei lavori entro 8 mesi decorrenti dalla assegnazione dei finanziamenti”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!