Regionali: Lega e FdI tra derby e ticket - Tuttoggi

Regionali: Lega e FdI tra derby e ticket

Redazione

Regionali: Lega e FdI tra derby e ticket

Meloni lancia Squarta, Candiani "conferma" Tesei
Mer, 10/07/2019 - 09:36

Condividi su:


Regionali: Lega e FdI tra derby e ticket

Fratelli d’Italia non molla la presa sulla Regione. E lascia sul tavolo del centrodestra il nome di Marco Squarta (l’attuale portavoce a Palazzo Cesaroni) per la candidatura a presidente della Regione. Un derby con la senatrice Donatella Tesei, investita direttamente da Matteo Salvini a Perugia all’indomani delle dimissioni di Catiuscia Marini e “confermata” dal sottosegretario (e già commissario della Lega per l’Umbria) Stefano Candiani.

La presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni,  dopo essersi incontrata con i vertici umbri del partito (Franco Zaffini, Emanuele Prisco, Eleonora Pace e lo stesso Marco Squarta) ha ribadito: il portavoce del centrodestra, colui che nel 2015 ha raccolto più preferenze nella coalizione, è il migliore dei candidati per il centrodestra.

Conosco Marco Squarta da vent’anni – ha detto Giorgia Meloni – è una persona seria e competente, con un bagaglio di esperienza importante in politica a dispetto dell’età. Propongo il suo nome agli alleati del centrodestra“.

La presidente di Fratelli d’Italia ha aggiunto: “La scelta concertata del candidato alla presidenza della Regione sarà un momento importante per trovare unità e compattezza nella coalizione che andrà a governare l’Umbria”. Parole pronunciate al termine dell’incontro in cui si è discusso delle priorità da affrontare in Umbria dal punto di vista del rilancio economico, infrastrutturale, delle soluzioni ai temi del lavoro e del sociale.

Indipendentemente da quel che sarà – ha commentato Squarta – questa dichiarazione di Giorgia Meloni mi riempie di orgoglio e mi responsabilizza ancor più“.

E alle parole dell’ “amico Candiani” che prevede Donatella Tesei a Palazzo Donini, Zaffini ricorda che l’unica previsione sicura su cui scommettere è quella di una Regione a guida centrodestra. Per il nome del candidato presidente i giochi non sono chiusi.

Insomma, derby o ticket (qualora andasse in porto l’accordo, più ampio) la partita sembra comunque affare dei due partiti vincitori delle ultime amministrative, Lega e Fratelli d’Italia. Con Forza Italia costretta alla finestra, messa subito da parte la suggestione Romizi (più civica che azzurra, del resto) e con un timida candidatura di Morroni avanzata giusto per ricordare che nella coalizione c’è anche l’azzurro.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!