Ragazzo ferito, gli si infila braccialetto in un occhio - Tuttoggi

Ragazzo ferito, gli si infila braccialetto in un occhio

Redazione

Ragazzo ferito, gli si infila braccialetto in un occhio

Operato giovane all'Ospedale Santa Maria della Misericordia
Ven, 11/09/2015 - 16:32

Condividi su:


Delicato intervento chirurgico multidisciplinare all’ospedale di Perugia su uno straniero gravemente ferito a un occhio da un braccialetto in acciaio mentre era in casa di amici.
Le attività sono state particolarmente complesse e delicate – spiega l’ufficio stampa dell’Azienda ospedaliera – per la straordinarietà del corpo contundente. Attualmente il paziente si trova ricoverato nella struttura complessa di otorinolaringoiatria.

“Il paziente presenta uno scotoma centrale dell’occhio sinistro “, dice la dott.ssa Barbara Iaccheri della struttura di Oculistica del S. Maria della Misericordia, all’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia-, dopo i controlli cui è stato sottoposto questa mattina il giovane pakistano rimasto gravemente ferito da un braccialetto in acciaio la notte di mercoledì, mentre era in casa di amici a Perugia. Il cerchio di acciaio dopo la caduta da una sedia del giovane si era infilata nella zona sotto orbitaria. Con una terminologia meno specifica, il 25 enne, dopo il lungo intervento chirurgico cui è stato sottoposto,   presenta un forte abbassamento della vista legato al danneggiamento del nervo ottico. Il rischio che residuino danni permanenti è concreto, anche se  occorrerà attendere  l’esito delle terapie  farmacologiche cui  il giovane verrà sottoposto per alcuni giorni  prima di  avere un quadro più preciso. Le attività svolte dalla equipe multidisciplinare entrata in azione nella mattinata di ieri, sono state particolarmente complesse e delicate per la straordinarietà del corpo contundente che si era conficcato nella zona sotto orbitaria. Terminato il rischio anestesiologico, legato al fatto che il giovane straniero era stato trasportato in  Pronto Soccorso con   valori alterati per abuso di alcool, è entrata in azione l’equipe composta dallo specialista otorinolaringoiatra  Dr. Sauro Giommetti e dall’anestesista Elena Sabatini. Attualmente il paziente si trova ricoverato nella struttura complessa di Otorinolaringoiatria.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!