Raccordo Perugia-Bettolle | Arriva la diffida da Federconsumatori - Tuttoggi

Raccordo Perugia-Bettolle | Arriva la diffida da Federconsumatori

Redazione

Raccordo Perugia-Bettolle | Arriva la diffida da Federconsumatori

Chiesto intervento all'Arpa per misurare l'inquinamento | Presidente Petruzzi annuncia, "apriremo una pagina Facebook per segnalare i disagi"
Ven, 07/10/2016 - 12:57

Condividi su:


Spira un vento freddo sul raccordo Perugia-Bettolle: dopo l’approvazione, in Consiglio regionale, della mozione presentata da Marco Squarta (FdI), per l’attivazione di un confronto urgente con Anas e Comune di Perugia per limitare i gravissimi disagi alla circolazione determinati dall’esecuzione dei lavori di ammodernamento sul raccordo di Perugia-Bettolle”, a muoversi è Federconsumatori. L’associazione ha infatti deciso di diffidare Anas e Comune di Perugia a causa degli “ingorghi biblici” che “da circa un anno” si creano sul raccordo, a causa dei quali “i cittadini sono rimasti più volte al giorno bloccati sulla quattro corsie o in città lungo le arterie cittadine”. A nulla basterebbero gli escamotage degli automobilisti di scegliere vie alternative al raccordo pur di raggiungere Perugia e il suo hinterland: mancano i percorsi alternativi, “mai indicati da nessun ente“, denuncia Federconsumatori. La diffida è dunque volta a fronteggiare che per i cittadini non ci siano “danni gravi e irreversibili“.

È evidente – scrive l’associazione – che la qualità della vita degli utenti delle strade della provincia di Perugia, risulta essere notevolmente peggiorata. Tra l’altro sulla durata di questa situazione non è dato sapere con certezza. Sembra evidente che il Comune ha mancato di coordinarsi con Anas e gli altri enti relativamente all’individuazione di modalità di cantiere tali da contenere i disagi per gli utenti“.

Federconsumatori chiede dunque l’adozione di “cautele e accorgimenti, studiando piani di viabilità alternativa e imponendo determinate modalità per lo svolgimento dei lavori, tali che non ne debba risentire la popolazione, nonché ad assumere ogni misura e cautela volte a ridurre significativamente. E, ove possibile, eliminare i disagi ed i rischi per la popolazione”.

Federconsumatori, inoltre, denuncia come manchi anche “la segnaletica adeguata” e ricorda che “in caso di incidente con morti o feriti, invierà istanza-denuncia all’autorità giudiziaria chiedendo di accertare l’esistenza obiettiva di pericolo o di insidie della strada, dovuti a condotta colposa emissiva o commissiva dell’ente proprietario e l’eventuale nesso di causalità tra tale condotta e danni subiti dagli utenti. Nello stesso senso si agirà relativamente a ogni altro danno subito dagli utenti della strada”.

Il presidente Alessandro Petruzzi ha inoltre annunciato che prossima settimana aprirà una pagina Facebook, dove tutti i cittadini potranno pubblicare foto e status per spiegare e dimostrare i loro momenti di disagio vissuti sul raccordo. Non solo: l’associazione si sta muovendo per aprire un gazebo a Ponte San Giovanni, attraverso il quale raccogliere tutte le segnalazioni degli utenti. Tutta la documentazione che risulterà da queste testimonianze verrà inviata al ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio, anche per avere novità sui lavori di realizzazione del Nodo di Perugia.

©Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!