Progetto toponomastica al femminile "Intitolato a donne solo il 5% delle vie" - Tuttoggi

Progetto toponomastica al femminile “Intitolato a donne solo il 5% delle vie”

Davide Baccarini

Progetto toponomastica al femminile “Intitolato a donne solo il 5% delle vie”

Mar, 26/04/2022 - 11:14

Condividi su:


Gli studenti dell’istituto Franchetti Salviani con Anpi e Spi Cgil si attivano per ridurre il divario con la proposta di 8 rotatorie da intitolare ad altrettante donne

Il riconoscimento del contributo delle donne alla crescita politica e sociale del Paese passa anche attraverso i nomi delle vie e dei luoghi pubblici. A Città di Castello, però, solo il 5% della toponomastica è dedicata a personaggi femminili.

Di questa disparità si sono resi ben conto gli studenti dell’Istituto Tecnico Franchetti Salviani i quali, dietro invito e con la collaborazione della locale sezione dell’Anpi e dello Spi Cgil, hanno intrapreso un percorso di ricerca volto alla valorizzazione e riscoperta di figure importanti di partigiane, sindacaliste e donne della Costituente, con l’intento di intitolare loro una serie di rotatorie in un percorso stradale che abbraccia il centro cittadino.

Il progetto è stato presentato venerdì 22 aprile nell’aula magna dell’istituto scolastico, alla presenza di rappresentanze di Anpi e Spi Cgil, nonché dell’assessora tifernate alle Politiche scolastiche Letizia Guerri.

L’iniziativa ha preso avvio dall’analisi della situazione attuale, che rivela la scarsissima presenza delle donne nello stradario cittadino, come è stato illustrato dagli studenti della classe V G AFM CAT, coordinati dalla prof. Giulia Gaggi. La classe IV G CAT, guidata dai professori Simone Palermo e Giovanni Tuscano, ha invece individuato il percorso viario con le rotatorie proposte per le intitolazioni. Significativamente il percorso andrà a collegarsi con la via delle Scienziate, le cui rotonde sono state intitolate a donne di scienza a seguito di un progetto simile, realizzato alcuni anni fa dallo stesso Istituto Tecnico.

A seguire le classi IV B Chimico, IV E Grafico e IV D Informatico, coordinate rispettivamente dai docenti Federica Barni, Urbano Pierucci e Raffaella Camicia, hanno illustrato le biografie di partigiane, sindacaliste e donne della Assemblea costituente. Gli studenti hanno raccontato all’uditorio, con video e presentazioni, le vicende interessanti e coinvolgenti di donne che hanno speso la loro vita ed il loro impegno nella lotta per la Liberazione, per i diritti di lavoratori e lavoratrici, per la giustizia e l’uguaglianza.

Anna Maria Pacciarini, presidente della sezione ANPI di Città di Castello, e Patrizia Venturini, segretaria Lega Spi Cgil Altotevere, si sono complimentate con studenti e insegnanti per il contributo significativo al riconoscimento del ruolo femminile nella crescita politica e sociale dell’Italia, e per la capacità della scuola di svolgere il ruolo fondamentale di educazione alla cittadinanza attraverso il coinvolgimento dei giovani.

Il progetto prevede un’ulteriore, necessaria fase operativa con la presentazione alla Commissione toponomastica del Comune della proposta di intitolazione di 8 rotatorie ad altrettante donne. “In definitiva – commentano Anpi e Spi Cgil – un’iniziativa che coniuga coinvolgimento e collaborazione, propositività e ricerca, cittadinanza e consapevolezza”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!