PRESENTATA LA 62ESIMA STAGIONE DEL TEATRO LIRICO SPERIMENTALE - Tuttoggi

PRESENTATA LA 62ESIMA STAGIONE DEL TEATRO LIRICO SPERIMENTALE

Redazione

PRESENTATA LA 62ESIMA STAGIONE DEL TEATRO LIRICO SPERIMENTALE

Mer, 25/06/2008 - 12:11

Condividi su:


Un cartellone come sempre dedito alla tradizione e aperto all’innovazione quello della 62ma Stagione del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto che si apre quest’anno con un’ anticipazione: la seconda fase del progetto Melologo, iniziato nel 2007 con il dittico Pietra e Distacco, (realizzato nell’ambito del Progetto Spettacolo Umbria promosso da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Umbria, Comune di Spoleto e Comune di Perugia) di Giorgio Pressburger che si è occupato della regia e della drammaturgia e le musiche di Carlo Pedini e Andrea Cera Il 5 e 6 settembre al Teatro Caio Melisso di Spoleto (con replica il 7 settembre a Perugia, Sala dei Notari – in forma di concerto) andrà infatti in scena il nuovo dittico di Melologhi basato sui testi di due autori che rappresentano significativamente la poesia italiana del Novecento e dei nostri giorni: Sandro Penna e Patrizia Cavalli.Giorgio Pressburger, intellettuale a tutto tondo che da anni opera anche in Umbria, ha scelto i testi poetici e curerà la drammaturgia e la messa in scena. Le parti musicali saranno affidate a due giovani compositori italiani: Pier Paolo Cascioli (per il melologo su testi di Sandro Penna), allievo di Azio Corghi, compositore, collaboratore e curatore di programmi radiofonici e Andrea Cera (per il melologo su testi di Patrizia Cavalli), finalista del Concorso Orpheus 2005-2006 del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto, collaboratore stabile presso l’IRCAM di Parigi.Per la parte musicale è previsto un organico formato da un ensemble strumentale con esecuzioni sia dal vivo che registrate e rielaborate. Presenti due attori e i soprani Erika Frigo e Maria Kostraki. Maestro concertatore il giovanissimo Francesco Massimi.L’11 settembre (con repliche 12, 13 e 14 settembre) andrà invece in scena al Teatro Nuovo di Spoleto Rigoletto di Giuseppe Verdi diretto da Carlo Palleschi, affermato direttore umbro. La regia è affidata a Marco Carniti che, reduce dal recente successo al Teatro Real di Madrid dove ha messo in scena “La Clemenza di Tito” di Mozart, ha accettato con entusiasmo di collaborare con il Teatro Lirico Sperimentale. Le scenografie saranno curate da Carlo Centolavigna, mentre i costumi da Maria Filippi.Nell’ambito della produzione dello spettacolo si è rinnoverta, grazie alla volontà della Provincia di Perugia, la collaborazione con la Casa di Reclusione di Maiano di Spoleto. Un gruppo di detenuti del Carcere è infatti attualmente coinvolto nella produzione e collabora, dopo un primo periodo di studio dell’opera, alla realizzazione di attrezzerie ed elementi di costume sotto la guida dei docenti del Teatro Lirico Sperimentale. Il percorso didattico e l’anteprima dell’opera programmata per mercoledì 10 settembre al Teatro Nuovo sono compresi nell’ambito dell’iniziativa della Provincia di Perugia dal titolo La musica dei colori – Progetto Spettacolo Umbria 2008 promosso da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero della Giustizia – Casa di Reclusione Maiano di Spoleto, Regione Umbria, Comune di Spoleto e Teatro Lirico Sperimentale.Previsto l’ 11 settembre presso il Carcere di Maiano un Concerto Lirico a favore dei detenuti dove verranno eseguiti i brani più significativi del capolavoro verdiano.Dopo il successo de Il Trovatore dello scorso anno si conclude quindi quest'anno a Spoleto l'allestimento della Trilogia Popolare Verdiana, iniziato nel 2003 con la produzione de La Traviata. L’opera offre l’opportunità al direttore artistico Michelangelo Zurletti di presentare al meglio i nuovi talenti che si sono rivelati nel corso dell'ultima edizione del Concorso di Canto “Comunità Europea”: debutteranno infatti i soprani Desirée Migliaccio e Emiliya Ivanova Ivancheva nel ruolo di Gilda. Gli altri ruoli saranno interpretati da Massimiliano Fichera e Felice Tennariello che vestiranno i panni di Rigoletto, Piero Pretti e Alejandro Escobar nelle vesti del Duca di Mantova, Ilia Popov in quelle di Sparafucile, mentre Nadia Pirazzini e Sabrina Bessi saranno Maddalena.Il 19, 20, 21 settembre al Teatro Caio Melisso andrà in scena il primo allestimento in tempi moderni dell’intermezzo Don Falcone di Niccolò Jommelli, rappresentato la prima volta a Bologna nel 1754. Anche quest'anno, come successo negli anni passati per “La Dirindina” di Domenico Scarlatti ed il “Pimpinone” di Tommaso Albinoni, verrà eseguita una nuova revisione del manoscritto, conservato presso la Biblioteca del Conservatorio di Genova, commissionata per l'occasione dallo stesso “Sperimentale” a Francesco Massimi e Giovanni Valle. La regia e l’allestimento dello spettacolo saranno affidati a Giorgio Bongiovanni, regista e attore ormai storico dello spettacolo del Piccolo Teatro di Milano “Arlecchino” di Goldoni- Strehler. La trama dell'opera di Jommelli ricalca lo stereotipo del triangolo amoroso tra il soprano Camilletta, il baritono don Falcone ed il tenore Gelino, rivisitato secondo la prassi settecentesca in chiave comica. Interpreti i cantanti dello Sperimentale Desirée Migliaccio e Emiliya Ivanova Ivancheva (Camilletta), Francesco Santoli (Gelino) e Antonio Vincenzo Serra (don Falcone).A conclusione della 62ma Stagione Lirica verrà nuovamente allestita al Teatro Nuovo La Cenerentola di Rossini. L’opera è stata già presentata in anteprima a Spoleto nell’ambito delle manifestazioni del Carnevale 2008. La fortunata edizione per la regia di Alessio Pizzech, che vanta già da anni felici collaborazioni con lo Sperimentale, e la direzione di Giuseppe La Malfa, giovane vincitore del Concorso Capuana 2007, scene di Ferruccio Villagrossi, avrà come protagonisti i giovani cantanti dello Sperimentale. Federica Carnevale e Francesca De Giorgi saranno Angiolina, Enrico Iviglia e Kirlianit Cortes interpreteranno Don Ramiro, Omar Montanari e Gabriele Ribis vestiranno i panni di Dandini, Luciano Miotto e Krisztian Cser daranno vita al ruolo di Don Magnifico, Lucia Knotekova e Maria Carla Curia saranno Clorinda, Rebeka Lokar Tisbe, mentre Daniele Macciantelli e Calogero Andolina impersoneranno Alidoro. Nell’ambito della Stagione Lirica 2008 sono previste quattro recite a Spoleto: un'anteprima (25 settembre), due recite a favore delle scuole del territorio (26 e 27 settembre) e la quarta recita domenica 28 settembre. “La Cenerentola” sarà poi rappresentata nei principali teatri umbri in occasione della tradizionale Stagione Lirica Regionale: 30 settembre e 1 ottobre al Teatro Morlacchi di Perugia, 2 ottobre al Teatro Lyrick di Assisi, il 3 ottobre presso il Teatro degli Illuminati di Città di Castello, il 4 ottobre al Teatro Verdi di Terni ed infine il 5 ottobre al Teatro Comunale di Todi.Per quanto riguarda il programma degli spettacoli estivi del Teatro Lirico Sperimentale sono previsti un Concerto il 25 luglio presso Villa Fidelia di Spello nell’ambito della rassegna “Splendidissima” e un Concerto il 26 luglio a Spoleto presso Villa Redenta nell’ambito del Programma “Storie di Ville e Giardini”, promossi entrambi dalla Provincia di Perugia. Il 12 agosto (con replica il 13 agosto) verrà presentato (in collaborazione con il Comune di Spoleto) Eine kleine Museumsmusik, viaggio tra musica e poesia nella Galleria Comunale d'Arte Moderna di Spoleto –Palazzo Collicola.Attori, strumentisti e cantanti animeranno contemporaneamente i vari spazi della galleria in una kermesse musicale e teatrale. Lo spettacolo sarà curato da Alessio Pizzech.Lo stesso Pizzech sarà il regista del consueto appuntamento con la liederistica presso la Sala Pegasus di Spoleto: Lieder & Lieder 3, spettacolo multimediale nato da un'idea di Michelangelo Zurletti, che sarà incentrato sul repertorio tedesco del Lied romantico. I cantanti dello Sperimentale eseguiranno Lieder di Schubert, Schumann, Brahms, Wolff, Strauss.


Condividi su:


"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!