Differenziata porta a porta in centro storico, in 30 rifiutano il kit

Porta a porta in centro storico, in 30 rifiutano il kit | Ora rischiano multe salate

Jacopo Brugalossi

Porta a porta in centro storico, in 30 rifiutano il kit | Ora rischiano multe salate

Già 1.500 i contratti già chiusi, lunedì si comincia | Campagnani "Capiamo le difficoltà ma andiamo avanti"
Mar, 15/09/2015 - 15:06

Condividi su:


Sono 1.167 per le utenze domestiche e 350 per le attività commerciali i contratti stipulati da Vus S.p.a. per la raccolta differenziata porta a porta in centro storico. Un servizio che partirà ufficialmente lunedì 21 settembre dopo un incontro partecipativo con la cittadinanza e che conta di portare benefici sia all’ambiente che ai portafogli dei contribuenti. I dati sono stati forniti stamattina nella III Commissione Consiliare dall’assessore all’ambiente Vincenza Campagnani e dai responsabili della Valle Umbra Servizi Walter Rossi e Mimma Cedroni.

Seconde case – “Si tratta di un passaggio fondamentale ma per certi versi molto delicato – ha affermato l’assessore – sia per la conformazione geografica del centro storico di Spoleto che per la tipologia delle persone che vi abitano o possiedono una casa”. Sono ben 750 infatti i tentativi andati a vuoto da quando, in aprile, gli addetti Vus hanno cominciato a girare casa per casa per sottoscrivere i contratti e consegnare i kit. Alcune di queste persone, una sessantina all’incirca, hanno richiamato nelle settimane successive dopo aver visto l’avviso, altri non si sono ancora fatti vivi, e dovranno essere ricontattati. Si tratta per lo più di proprietari di immobili che vivono a Spoleto solo per brevi periodi, più che altro nei mesi estivi o durante il Festival dei 2 Mondi.

Multe per chi si rifiuta – Ma c’è un altro dato che fa riflettere. 29 nuclei familiari e due attività commerciali si sono addirittura rifiutate di sottoscrivere il contratto e andranno incontro prima ad una lettera di richiamo da parte dell’amministrazione e, in seconda battuta, qualora non dovessero ‘sanare’ la propria posizione, a delle multe salate. “La differenziata porta a porta non è una scelta del cittadino – ha sottolineato la Campagnani – ma capiamo che per alcune tipologie di residenti, specie gli anziani che vivono da soli, non è così semplice abituarsi all’idea di portare fuori il secchio tra le 6 e le 8 di mattina nei giorni prestabiliti”.

I disagi – La campagna di comunicazione da parte di Vus e amministrazione comunale in collaborazione con Legambiente, Cittadinanzattiva e Comitato Rifiuti Zero non è ancora terminata, senza contare che per il primo mese sarà attivo un info point in piazza della Libertà, aperto il martedì e il giovedì dalle 9 alle 17, dove chiedere tutte le informazioni sulle modalità di svolgimento del servizio. Sono anche previste particolari deroghe per situazioni di disagio. Non solo gli anziani, ma anche i residenti delle vie più ‘sfortunate’. Un esempio è via dell’Anfiteatro, dove con il marciapiede molto stretto e i topi, lasciare in strada i secchi sarebbe particolarmente scomodo. Residenti e commercianti hanno già promosso una raccolta firme e l’amministrazione sta studiando alcune soluzioni, tipo quella di posizionare i secchi per la raccolta in un angolo seminascosto della via che non ostruisca il passaggio dei pedoni.

Tolleranza – “E’ ovvio che da parte nostra ci sarà una certa tolleranza nei casi limite, rimane però essenziale – hanno ribadito sia l’assessore che i vertici della Vus – educare i cittadini affinché capiscano l’importanza di questo servizio sia per l’ambiente che per le loro tasche. Ecco perchè probabilmente ci sarà anche un ispettore ambientale a vigilare sulle buone pratiche dei cittadini”. La raccolta differenziata porta a porta in centro storico è una scommessa che la città vuole e deve vincere.

Riproduzione riservata ©

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!