Poliziotto folignate salva la vita a una ragazza di Siena che voleva buttarsi dal cavalcavia - Tuttoggi

Poliziotto folignate salva la vita a una ragazza di Siena che voleva buttarsi dal cavalcavia

Claudio Bianchini

Poliziotto folignate salva la vita a una ragazza di Siena che voleva buttarsi dal cavalcavia

Il vice sovrintendente, in servizio nella città del Palio è anche un quintanaro doc | Ecco come si sono svolti i fatti
Mer, 07/08/2019 - 17:24

Condividi su:


Ha salvato la vita ad una ragazza che voleva gettarsi da un cavalcavia nei pressi di Siena: questo il gesto da eroe compiuto da un poliziotto – o meglio vicesovrintendente – di Foligno in servizio nella città del Palio.

Un folignate e – per dirla tutta – anche quintanaro doc.

L’episodio si è verificato nel primo pomeriggio di domenica scorsa 4 agosto quando una giovane che manifestava intenzioni suicide sul cavalcavia di Petriolo, sulla Siena-Grosseto è stata notata da alcuni passanti avvisando la sala operativa della Questura di Siena.

In quel tratto della Siena-Grosseto, già in passato purtroppo, si sono verificati episodi del genere, spesso finiti in tragedia.

L’operatore della centrale ha immediatamente inviato le volanti in zona, smontanti e montanti, come si dice in gergo dato che erano in coincidenza del cambio turno.

Il poliziotto, dalla sede operativa, ha così provato a contattare la ragazza sul cellulare che, dopo alcuni istanti, fortunatamente ha risposto e l’ha trattenuta in conversazione sino all’arrivo dei colleghi.

Capo pattuglia era proprio il vice sovrintendente folignate, giunto sul posto, la ragazza era già in bilico sulla balaustra del ponte pronta per gettarsi nel vuoto, ma Andrea – questo il nome dell’agente – è riuscito ad afferrarla, mentre era impegnata nella conversazione, e a portarla in sicurezza, salvandole così la vita.

La ventiduenne, scossa e provata, è quindi scoppiata a piangere, ringraziando tutti i poliziotti e sfogando con loro il dolore che aveva rischiato di farle compiere l’insano gesto.

La giovane è stata poi accompagnata all’ospedale Le Scotte dove è stata assistita e tenuta sotto osservazione con supporto psicologico.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!