Per sbaglio mostra il cellulare ai poliziotti: dentro foto pedopornografiche

Per sbaglio mostra il cellulare ai poliziotti: dentro foto pedopornografiche

Redazione

Per sbaglio mostra il cellulare ai poliziotti: dentro foto pedopornografiche

Lun, 07/03/2022 - 17:00

Condividi su:


L'auto fermata a Monteluce, dove era salito un ragazzo, che poi si è dato alla fuga | "Mi riforniva di droga" la spiegazione del 42enne, poi le immagini shock

E’ stato denunciato per possesso di materiale pedopornografico il 42enne fermato dalla polizia nel quartiere di Monteluce. Gli agenti, durante un pattugliamento, si erano insospettiti nel vedere quell’auto che si era accostata per far entrare un ragazzo, che si aggirava con fare furtivo.

Quando l’auto è stata fermata, prima che gli agenti potessero scendere dalla volante, il passeggero è sceso e si è dato alla fuga, facendo perdere le proprie tracce. Contestualmente, il conducente, approfittando della situazione, noncurante della presenza della pattuglia della Polizia di Stato, è ripartito di corsa, ma è stato fermato nuovamente dagli agenti poche decine di metri più avanti.

“Mi riforniva di droga”

L’uomo alla guida, identificato dagli agenti come cittadino italiano classe 1980, si è mostrato insofferente e nervoso al controllo dei poliziotti. Sentito dagli agenti in merito all’identità dell’uomo datosi alla fuga, il 42enne ha spiegato che si trattava di un suo conoscente che lo riforniva di stupefacente per uso personale.

Per errore mostra ai poliziotti le foto pedopornografiche nel cellulare

L’uomo, sempre in preda al proprio stato emotivo, per avvalorare la propria versione dei fatti, ha mostrato il proprio cellulare con i vari contatti avvenuti fra lo stesso e il fuggitivo. Il 42enne però, durante il maneggio del proprio smartphone, inavvertitamente ha aperto una cartella fotografica, rendendo visibili nel display alcune immagini raffiguranti ragazzini, verosimilmente minorenni, nudi e coinvolti in atti sessuali.

Alla richiesta degli operatori di consegnare il device l’uomo ha ripreso velocemente il possesso del telefono bloccandone immediatamente l’accesso.

Trenta cartelle con scene di minori nudi e in atti sessuali

L’approfondimento dei controlli ha permesso agli agenti della Squadra Volante di verificare, all’interno del cellulare del 42enne, l’esistenza di circa una trentina di cartelle tutte contenenti video ed immagini pedopornografiche.

Nell’auto un coltello a serramanico

Il controllo, esteso anche all’autovettura, ha permesso di reperire, ben occultato all’interno del vano portaoggetti, un coltello a serramanico, sequestrato dagli agenti.

 I poliziotti hanno anche effettuato una verifica dell’abitazione dell’uomo, dove sono stati trovati due computer, sottoposti a sequestro per consentire i dovuti accertamenti al fine di verificare ulteriori evoluzioni della condotta criminale del soggetto.

Il 42enne ha spintonato gli agenti

Terminate le verifiche, nel corso delle quali il 42enne ha cercato di ostacolare gli agenti arrivando persino a spintonarli, l’uomo è stato accompagnato in Questura dove, terminate le formalità di rito, è stato deferito presso l’autorità giudiziaria per i reati di possesso di materiale pedopornografico, possesso di oggetti atti ad offendere e resistenza a pubblico ufficiale.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!