Padre Mauro Gambetti cardinale: festa grande ad Assisi - Tuttoggi

Padre Mauro Gambetti cardinale: festa grande ad Assisi

Flavia Pagliochini

Padre Mauro Gambetti cardinale: festa grande ad Assisi

Dom, 25/10/2020 - 14:07

Condividi su:


Padre Mauro Gambetti cardinale: festa grande ad Assisi

L'annuncio di Papa Francesco all'Angelus

Al termine dell’Angelus del 25 ottobre 2020, Papa Francesco ha annunciato un nuovo Concistoro per la creazione di 13 nuovi cardinali. Tra essi, tredici in totale, che verranno creati nel Concistoro del 28 novembre, ci sarà anche padre Mauro Gambetti, Frate Minore Conventuale e Custode del Sacro Convento di Assisi. “Accolgo con riconoscenza e gioia questa notizia in spirito di obbedienza alla Chiesa e di servizio all’umanità in un tempo così difficile per tutti noi. Affido a San Francesco il mio cammino e faccio mie le sue parole di fratellanza. Un dono – le prime parole del neo cardinale Gambetti diffuse dal sito sanfrancesco.org – che condividerò con tutti i figli di Dio in un percorso di amore e compassione verso il prossimo nostro fratello

Sei gli italiani in totale, di cui tre elettori: sono mons. Marcello Semeraro, che dalla diocesi di Albano è stato da poco nominato Prefetto della Congregazione delle cause dei santi, mons. Paolo Lojudice, arcivescovo di Siena e appunto padre Mauro Gambetti. Vengono poi uniti al collegio cardinalizio, non elettori per motivi di età, mons. Silvano Tomasi, diplomatico della Santa Sede, padre Raniero Cantalamessa, predicatore della Casa|Pontificia e mons. Enrico Feroci, parroco al Divino Amore e Roma ed ex direttore della Caritas diocesana.

Campane a festa in Basilica

A dare l’annuncio della ‘promozione’ di Padre Mauro Gambetti, le campane a festa della Basilica di San Francesco di Assisi: “Noi frati della comunità del Sacro Convento, nell’apprendere la comunicazione della nomina a Cardinale del Custode padre Mauro Gambetti, esprimiamo il ringraziamento al Padre di ogni bene e a Papa Francesco. Ci attraversano sentimenti di grande gioia e al contempo ci dispiace che questo nostro confratello, da noi così amato e così prezioso per la fraternità francescana, lasci prima del previsto il servizio in Assisi. Lo accompagniamo con l’affetto fraterno e la preghiera nel suo nuovo ministero nella Chiesa universale”, dice il direttore della sala stampa del Sacro Convento padre Enzo Fortunato.

I saluti al neo cardinale Gambetti dalla Diocesi e dal sindaco

Felicitazioni anche dalla diocesi di Assisi – Nocera Umbra – Gualdo Tadino, che “gioisce e ringrazia il Santo Padre per il segno di attenzione, di stima e di affetto che riceve per la creazione di padre Mauro Gambetti cardinale di Santa Romana Chiesa. È bello che un figlio di Francesco di Assisi, attualmente custode del Sacro Convento, e dunque al cuore della vita francescana mondiale, sia chiamato a svolgere accanto al Santo Padre quel ruolo di consiglio e di assistenza che compete al collegio cardinalizio nel governo della Chiesa universale. La spiritualità francescana di padre Mauro Gambetti e, mi auguro, anche la sua esperienza pastorale in questa Chiesa che diede i natali al Poverello, in qualunque servizio il Santo Padre vorrà dargli, siano per lui di aiuto, conforto e ispirazione. La nostra preghiera per lui è assicurata. Ad Assisi, naturalmente, egli rimane doppiamente di casa. Caro ‘neo-cardinale’ Mauro – conclude il vescovo Domenico Sorrentino – ti vogliamo bene. Un abbraccio speciale da parte del tuo Vescovo Domenico”.

Padre Gambetti cardinale: la gioia dell’Istituto Serafico

Il Serafico – la nota dell’Istituto – saluta con grande gioia l’annuncio di papa Francesco della nomina a cardinale di Padre Mauro Gambetti. Ci rallegriamo per questa scelta che esprime la vocazione della Chiesa accanto gli ultimi e ai poveri del mondo. Da anni i frati francescani del Sacro Convento sono vicini ai bambini e ragazzi disabili del Serafico prestando un servizio costante, segno tangibile e concreto di fraternità. Siamo certi – il messaggio della presidente Francesca Di Maoloche nel suo nuovo ministero Padre Mauro Gambetti – porterà nel cuore i più fragili sui quali i suoi occhi si sono posati tante volte. Siamo certi che porterà nel suo cuore anche i ragazzi del Serafico ai quali ha sempre dimostrato attenzione, amicizia e amore. Auguri Padre Mauro, con i ragazzi del Serafico e tutta la nostra grande famiglia continueremo ad esserti vicini sempre e ti sosterremo con le nostre preghiere!“.

Gioia incommensurabile per tutta la Città di Assisi e per la Chiesa”, il saluto del sindaco, Stefania Proietti all’annuncio fatto da Papa Francesco, al termine dell’Angelus, del nome di padre Mauro Gambetti, Frate Minore Conventuale e Custode del Sacro Convento di Assisi, come nuovo cardinale. “A nome mio personale, come Sindaco della Città, a nome di tutta l’Amministrazione Comunale e a nome di tutti i cittadini di Assisi, esprimo grandissima gioia e commozione per la nomina di Padre Mauro ad un ruolo così importante per la Chiesa universale. In un momento così complicato e duro a causa della recrudescenza del virus – un passaggio del messaggio della nota del sindaco – la notizia della nomina di padre Mauro come cardinale è motivo di speranza, un raggio di sole che ci rallegra e ci rafforza nel seguire e servire la nostra comunità sull’esempio e sui passi di San Francesco.

La gioia delle istituzioni, del cardinale Bassetti e dei vescovi umbri

“Apprendo con estremo piacere la notizia della nomina a Cardinale di padre Mauro Gambetti, Custode del Sacro Convento di Assisi, annunciata oggi da papa Francesco”, la nota della presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei. “Ho avuto più volte modo di incontrarlo e confrontarmi con lui – dice la presidente – e di apprezzarne le profonde qualità umane e spirituali. Sono certa che come in questi anni alla guida della comunità francescana del Sacro Convento, saprà svolgere al meglio questo nuovo ministero della Chiesa. Ringrazio padre Gambetti per quanto ha fatto per la nostra comunità, per la quale è sempre stato prezioso – conclude la presidente Tesei – e invio a nome degli umbri il più sincero augurio per questo importante incarico”.

Ascoltare Papa Francesco all’Angelus e sentire che tra i nuovi cardinali nominati c’è Fra Mauro Gambetti mi ha riempito di gioia. Credo di esprimere senza alcun dubbio i sentimenti di entusiasmo che l’intera comunità della Provincia di Perugia sente nel proprio cuore per la stima e l’affetto provati verso il Custode del Sacro Convento e per l’intera comunità dei Frati di Assisi di cui padre Enzo Fortunato è attento interprete“, dice il presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta, che parla di “Un incarico che sono certo Fra Mauro saprà interpretare nel modo che ben conosciamo, a favore della pace, della fratellanza e dell’amore verso il prossimo”.

Esprimo gratitudine al Santo Padre per aver chiamato sei confratelli nel sacerdozio ad aiutarLo nel servizio alla Chiesa universale. Le Chiese che sono in Italia affidano al Signore i nuovi cardinali”. Il Cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, accoglie con gioia l’annuncio di papa Francesco di tenere un Concistoro, il prossimo 28 novembre, per la nomina di tredici nuovi Cardinali, di cui sei italiani, che “sono frutto e dono delle nostre comunità. Conosco ciascuno di loro – aggiunge il Cardinale Bassetti – e sono certo che sapranno vivere questa nuova responsabilità con intensità e umiltà. Il Cardinalato – ci ricorda il Santo Padre – non significa una promozione, né un onore, né una decorazione; semplicemente è un servizio che esige di ampliare lo sguardo e allargare il cuore. A nuovi cardinali l’amicizia e l’affetto dell’Episcopato italiano, insieme al ricordo nella preghiera”.

I Vescovi dell’Umbria ringraziano il Santo Padre che, ancora una volta, ha guardato benevolmente alla nostra Regione chiamando il Custode del Sacro Convento di Assisi a far parte del Collegio Cardinalizio. Al neo-Cardinale Padre Mauro Gambetti, ricordando la proficua collaborazione di questi anni, esprimono vive felicitazioni ed augurano un fecondo ministero come immediato collaboratore del Sommo Pontefice nel suo ministero di Vescovo di Roma, per il bene di tutto il santo popolo fedele di Dio“, si legge nella nota della Ceu.

(Foto in evidenza, Andrea Cova/Rivista San Francesco)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!