Oratorio del Crocefisso: venerdì l'inaugurazione - Tuttoggi

Oratorio del Crocefisso: venerdì l’inaugurazione

Claudio Bianchini

Oratorio del Crocefisso: venerdì l’inaugurazione

Aperture straordinarie con accesso gratuito / Evento storico per Foligno
Mer, 16/09/2015 - 14:29

Condividi su:


Venerdì 18 settembre alle 16 sarà ufficialmente riaperto e restituito alla cittadinanza l’Oratorio del Crocefisso: uno scrigno di tesori incastonato tra Palazzo Candiotti, sede dell’Ente Giostra della Quintana e l’auditorium San Domenico.

Dopo decenni di abbandono, lavori infiniti e danneggiamenti subiti a seguito del terremoto, finalmente è tutto pronto per il taglio del nastro.

L’annuncio era già stato lanciato dal sindaco Nando Mismetti, nel discorso di saluto ai quintanari in occasione dei cerimoniali di sabato scorso.

A confermare la notizia è la vicesindaco Rita Barbetti:ormai è tutto pronto, anzi riusciremo a ricollocare anche delle tele appena restaurate, che andranno ad impreziosire ancora di più un gioiello unico, sicuramente tra i più belli di Foligno”.

L’invito a partecipare è esteso a tutti, e con l’occasione sarà possibile ammirarlo in maniera assolutamente gratuita.

“Resterà visitabile in orario da museo e quindi sino alle 20 – anticipa il vicesindaco con delega alla Cultura, Rita Barbetti – ma vogliamo cogliere l’occasione del rinvio delle manifestazioni della Quintana e poi del festival de I Primi d’Italia, per aperture straordinarie ad ingresso libero. Sicuramente sabato pomeriggio si potrà accedere – sottolinea – ed anzi colgo l’occasione per informare che il concerto della Sagra Musicale Umbra in occasione di Segni Barocchi verrà anticipato alle 17 e questo porterà un maggiore afflusso di gente nell’adiacente auditorium”.

L’oratorio del Crocefisso è stato edificato in tre periodi diversi: 1587, 1643 e 1702. Il soffitto ligneo intagliato, è un autentico capolavoro d’arte tardo barocca. Altro fiore all’occhiello, la scoperta di un affresco dell’artista Noel Quillerier del 1626 in cui è raffigurata Sant’Elena: unico presente in Umbria del pittore ordinario di Luigi XIV ed il solo con la tecnica ad affresco.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!