Norcia, presentato il bando di sindacati e Confindustria per le aree del sisma

Norcia, presentato il bando di sindacati e Confindustria per le aree del sisma

In campo 6,7 milioni per il finanziamento di progetti rivolti alle zone terremotate | Progetti vanno presentati entro il 19 febbraio

share

Ci sarà tempo fino al 19 febbraio per partecipare con proposte e progetti al bando di finanziamento promosso dal “Comitato Sisma Centro Italia”, costituito da Cgil, Cisl e Uil nazionali, insieme a Confindustria, per sostenere lavoratori e imprese dei territori colpiti dal terremoto del 2016.

Oggi, 25 gennaio, il bando è stato presentato a Norcia (Pg) da Filippo Ciavaglia (Cgil), Tino Tosti (Cisl), Alessandro Emili (Uil ) e Alessandro Castagnino (Confindustria), insieme al direttore del Comitato Sisma Centro Italia Davide Martina, alla presenza delle istituzioni locali, delle associazioni del territorio e di molti cittadini.

“Questo avviso di finanziamento – hanno spiegato sindacati e Confindustria – vuole essere una risposta immediata e pragmatica per trasformare in aiuto concreto i fondi che sono stati donati dai lavoratori e dalle imprese (complessivamente 6,7 milioni di euro), cercando di realizzare nelle quattro regioni colpite dal sisma progetti precisi e puntuali come quelli che nel recente passato in tempi, modi e risorse ben definite hanno migliorato la qualità della vita dei cittadini, ridinamizzato realtà produttive per rilanciare il mondo dell’impresa, dell’occupazione, della rappresentanza sindacale, dell’associazionismo, dando risposte puntuali che con trasparenza abbiamo spiegato e rendicontato ai lavoratori, alle imprese e all’opinione pubblica, facendo anche raccontare dagli stessi beneficiari quale sia stato l’impegno e il valore aggiunto dei talenti portati dai progetti e l’impatto che hanno avuto sul territorio“.

L’avviso di finanziamento consiste in due lotti denominati Qip e Imp, la cui documentazione e la normativa di riferimento sono disponibili sul sito www. comitatosismacentroitalia.org.

share

Commenti

Stampa