Nomina Cardinale Bassetti, le reazioni di gioia in Umbria | Aggiornamenti

Nomina Cardinale Bassetti, le reazioni di gioia in Umbria | Aggiornamenti

Le felicitazioni dal mondo della politica, della società civile e imprenditoriale della regione sulla nomina del neo Presidente della CEI

share

L’Umbria della politica, della società civile e del mondo economico e, naturalmente, religioso è in festa per la nomina di S.E. Mons. il Cardinale Gualtiero Bassetti a presidente della Conferenza Episcopale dei Vescovi italiani.

Papa Francesco ha dunque scelto proprio Bassetti il più votato della terna scelta dai vescovi italiani e composta oltre che dall’Arcivescovo di Perugia, anche da quello di Novara, Franco Giulio Brambilla e da quello di Agrigento Francesco Montenegro. Alla fine, dunque, i retroscena che davano Bassetti favoritissimo per la nomina, se avesse riscosso  un successo di voti all’ìnterno della terna, si sono rivelati veritieri ogni oltre possibile immaginazione.

Dalle prime ore di questa mattina si succedono ininterrotte le dimostrazioni di affetto e le felicitazioni indirizzate al Card. Bassetti da parte di tutte le istituzioni umbre. Di seguito dunque alcuni dei messaggi di  questa importante giornata per la comunità umbra.


“Il Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle esprime vivi complimenti e auguri al cardinale e arcivescovo di Perugia, Gualtiero Bassetti, per il nuovo servizio che si appresta ad assumere in seno alla Chiesa cattolica italiana”. Così il capogruppo regionale pentastellato, Andrea Liberati commentando la nomina del cardinale Bassetti, da parte di Papa Francesco, alla presidenza della Conferenza episcopale italiana (Cei).

“Per la nostra regione – aggiunge Liberati – tale nomina non può che rappresentare un punto di particolare onore. Nell’identico orizzonte del bene comune e raccogliendo il grido di dolore dei più deboli – assicura -, il M5S dell’Umbria farà la propria parte in spirito di collaborazione col nuovo presidente della Cei, persona umile e semplice, la cui intera vita spesa per gli ultimi ne fa sicuro protagonista dell’Italia di domani”.

La nota della Deputata e coordinatrice di Forza Italia in Umbria, On. Catia Polidori«La nomina del Card. Bassetti alla presidenza della CEI è motivo di immensa gioia per me e per tutta la comunità umbra, che in questi anni ha avuto modo di conoscere da vicino l’uomo e il pastore ed apprezzarne le straordinarie doti: la grande umanità, la presenza costante e rassicurante al fianco dei malati e dei bisognosi, l’attenzione sempre vigile alle delicate problematiche sociali della nostra terra e, non ultima, la non comune capacità di guida, ascolto e di entrare in relazione diretta con le persone. Al Card. Bassetti i migliori auguri di buon lavoro per l’alta missione che si accinge a compiere al servizio della Chiesa e delle comunità.”

 La dichiarazione del consigliere regionale Claudio Ricci (Ricci presidente). “La nomina di Papa Francesco del Cardinale e Arcivescovo di Perugia Gualtiero Bassetti  a presidente della Conferenza episcopale italiana è un segno della storia, che rinnova la vicinanza fra la terra umbra e francescana con il Papato. Una nomina fortemente voluta da Papa Francesco, e in linea con lo spirito di carità, umiltà e semplicità che la Chiesa italiana è chiamata a seguire con spirito di rinnovamento nella continuità storica della tradizione ecclesiastica”.

Per Ricci è “opportuno, fra i molti aspetti legati alla sapienza e umanità del Cardinale Gualtiero Bassetti, ricordare la costante vicinanza alle persone, alle famiglie e ai parroci con le loro parrocchie (che sono comunità locali ampie di umanesimo sociale). Tutto questo nello spirito di una carità condivisa nell’esperienza di reciproca generosità.  Va ricordata – conclude Ricci – l’assonanza del Cardinale Gualtiero Bassetti con la cultura del dialogo, sia francescana che legata al pensiero di Giorgio La Pira che, ritengo, sarà una delle matrici di lettura culturale dell’opera mirabile che saprà compiere nel servizio, per i Vescovi e per la Chiesa italiana”.


La nomina del Cardinale Gualtiero Bassetti a presidente della Conferenza Episcopale Italiana (Cei) è motivo di gioia e soddisfazione per la comunità della Provincia di Perugia”. Queste le parole presidente Nando Mismetti alla notizia che Papa Francesco ha scelto proprio il vescovo di Perugia-Città della Pieve alla guida di questa importante istituzione della Chiesa.

E’ la conferma di quanto il Santo Padre nutra, nei confronti del Cardinale Bassetti nutra profonda considerazione e stima. Insieme rappresentano il volto misericordioso della Chiesa quello che va incontro ai meno fortunati della società, ai deboli e agli indifesi, agli ultimi contro la cultura dello scarto. Ricordo come dal suo insediamento i primi gesti del Cardinale Bassetti siano stati rivolti ai carcerati e agli infermi con i quali in questi anni ha continuato a tessere un dialogo fatto di attenzioni e gesti concreti. L’augurio di buon lavoro giunga al neo presidente della Cei a nome mio personale, del Consiglio provinciale e dell’intera Provincia”.


Per l’Onorevole Walter Verini, “la nomina del cardinale Gualtiero Bassetti a presidente della Conferenza episcopale italiana è di grande importanza. La scelta di Papa Francesco è caduta su una personalità di notevole spessore che ha dato prova nelle esperienze pastorali di saper coniugare i valori del cristianesimo con i princìpi più attuali della dottrina sociale della chiesa. Ho conosciuto in questi anni Bassetti come arcivescovo di Perugia e ho sempre visto in lui un pastore attento al dialogo, aperto al mondo e accogliente nei confronti di coloro che pregiudizi e chiusure vogliono far sembrare diversi a prescindere dall’etnia, dalla religione e dai convincimenti personali. Porterò sempre con me il ricordo della risposta pubblica che l’arcivescovo di Perugia rivolse ad un mio intervento tre mesi fa nel quale auspicavo come la politica dovesse prendere esempio dall’azione e dalle esperienze di vescovi della mia regione, tra i quali appunto il cardinale Bassetti”.


Il vescovo Giuseppe Piemontese, i presbiteri e laici della diocesi di Terni-Narni-Amelia accolgono con gioia l’elezione del cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, a presidente della Conferenza Episcopale Italiana. “Esprimiamo le nostre più care felicitazioni al cardinale Bassetti per questo nuovo importante ministero al quale oggi è stato chiamato da papa Francesco. Assicuriamo la nostra preghiera costante e fraterna in questo momento delicato della storia italiana, mondiale e per la Chiesa universale. Auguriamo al cardinale Bassetti di svolgere il nuovo ministero in serenità, comunione e con la profonda spiritualità e dialogante umanità verso i più sofferenti e bisognosi, che lo hanno sempre contraddistinto nel suo episcopato umbro e alla presidenza della Ceu”.


Esprimo le mie più sincere congratulazioni al cardinale Gualtiero Bassetti per il prestigioso ed importantissimo incarico conferitogli da Papa Francesco. Sono convinto che sarà un grandissimo e validissimo presidente della Cei”. Così il consigliere regionale Eros Brega (Pd-presidente Seconda Commissione). “Anche a nome della ‘Fondazione Incontro onlus’ – aggiunge Brega – invio al cardinale Bassetti i migliori auguri di buon lavoro, avendo avuto occasione di verificare da vicino le sue doti non comuni di persona cordiale e disponibile, soprattutto verso gli ‘ultimi’ e chi soffre. La sua sensibilità e lungimiranza sapranno dare alla Chiesa un nuovo ed importante impulso in un contesto sociale dove le difficoltà quotidiane chiedono sempre nuove risposte”.


Accogliamo con grande piacere ed orgoglio la nomina, da parte del Santo Padre, dell’arcivescovo di Perugia e Città della Pieve, Sua Eminenza Gualtiero Bassetti, a presidente della Cei”. Queste le parole del sindaco di Perugia, Andrea Romizi, e del presidente del consiglio comunale, Leonardo Varasano, appena diffusa la notizia della designazione del presule a capo della Conferenza Episcopale Italiana. “Esprimiamo la nostra più profonda soddisfazione per un incarico che rende merito all’attività pastorale sin qui svolta da Sua Eminenza, sempre attento agli ultimi e alle “periferie”, ed onora tanto la Diocesi quanto la città di Perugia. La sua presenza ha  fortemente influenzato ed ispirato la nostra comunità, sin dal suo arrivo nel 2009, attraverso i sui insegnamenti incentrati su una Chiesa accogliente, sul dialogo con le altre fedi e confessioni cristiane, sul concetto, più volte espresso anche nei suoi scritti, di “vicinanza” e sulla  necessità  di ridurre la “pericolosa distanza fra chi governa e il cittadino”. Da parte nostra, dell’Amministrazione e di tutta la città vanno i più sinceri complimenti ed auguri per il nuovo prestigioso incarico”.

share

Commenti

Stampa