Mohamed El Haouzi lascia la guida dell'Associazione Islamica dopo 16 anni - Tuttoggi

Mohamed El Haouzi lascia la guida dell’Associazione Islamica dopo 16 anni

Redazione

Mohamed El Haouzi lascia la guida dell’Associazione Islamica dopo 16 anni

Il portavoce e segretario del sodalizio tifernate "Ho deciso di fare e dare spazio ai giovani"
Mar, 26/11/2019 - 13:04

Condividi su:


Mohamed El Haouzi lascia la guida dell’Associazione Islamica dopo 16 anni

E’ stato un vero e proprio punto di riferimento per tutti gli islamici dell’Altotevere, in particolare per quelli di Città di Castello. E’ Mohamed El Haouzi che, dopo 16 anni, lascia il posto di portavoce e segretario dell’associazione islamica locale.

Sono stati anni intensi – ha detto El Haouzidurante i quali ho lavorato tanto per cercare di far conoscere la nostra attività alla città. In tutto questo tempo abbiamo aperto le porte dell’associazione islamica a numerosi cittadini, scuole, politici e forze dell’ordine, perchè siamo convinti che una maggiore integrazione passi anche attraverso la trasparenza e la conoscenza delle nostre tradizioni e di quelle del popolo italiano. Per questo siamo felici quando i bambini delle scuole vogliono venire a trovarci o quando qualche tifernate suona alla nostra porta. In 16 anni abbiamo combattuto per poter professare un Islam moderato, per poter avere sermoni in italiano e abbattere quei muri di diffidenza verso le nostre attività. Ora ho deciso di lasciare per fare e dare spazio ai giovani.

El Haouzi ha voluto ricordare come “l’associazione e la sede siano qualcosa che non appartiene ai musulmani, ma alla città città tutta e deve essere a disposizione della città”. L’ex portavoce e segretario ha inoltre anticipato che “i nuovi vertici dell’associazione che andremo a presentare nelle prossime settimane, sono tutti cittadini italiani, ben integrati nelle loro realtà, persone stimate e di profonda cultura”.

Voglio ringraziare – ha affermato – la città, il Comune, le autorità, le forze dell’ordine, gli organi di stampa e i cittadini perchè se l’integrazione c’è stata è partita ed è arrivata grazie anche al loro impegno. Sono a Città di Castello da 31 anni e dopo 16 anni al vertice dell’associazione torno vicino alla mia famiglia, ai miei 4 figli e a mia moglie”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!