Legacoop Umbria apre a 180 volontari di Servizio Civile

Legacoop Umbria apre a 180 volontari di Servizio Civile

Partita la formazione che li porterà nelle cooperative dell’Umbria

share

Legacoop Umbria ha accolto nella propria sede di Perugia (20 febbraio 2019)  180 Volontari di Servizio Civile Nazionale che saranno impegnati nei prossimi dodici mesi in 34 progetti realizzati dalle cooperative associate in tutto il territorio regionale. Diversi i settori di impiego: dall’assistenza alle persone fragili – minori, disabili, anziani – all’educazione e promozione ambientale fino alla tutela del Patrimonio artistico.

“Anche quest’anno parte l’esperienza di molti ragazzi – ha commentato Andrea Radicchi responsabile Servizio Civile Legacoop Umbria – nelle cooperative sociali di tutta l’Umbria. Per noi è un vanto fare questo percorso insieme ai giovani con attività non armate e non violente. Per noi è importante il loro mettersi in gioco a disposizione degli altri e della comunità imparando così i valori della cooperazione. Siamo sicuri che anche quest’anno li aiuteremo in una crescita personale e professionale.”

Il servizio civile rappresenta un momento unico per la crescita dei giovani, per scoprire le proprie potenzialità, per entrare in contatto con il profondo senso di cittadinanza attiva e solidarietà sociale, partendo da un’esperienza concreta arricchita di momenti di formazione teorica e pratica.

La cooperazione è impegnata da anni nella promozione e nel sostegno di questo importante strumento delle politiche giovanile aumentando negli ultimi anni in modo considerevole le opportunità offerte ai ragazzi grazie, anche, alle risorse sempre crescenti messe a disposizione dai Governi che si sono succeduti negli ultimi anni e, diventando una concreta opportunità di lavoro per circa il 30% dei ragazzi che hanno svolto Servizio Civile nelle nostre cooperative.

Un percorso di crescita importante, ogni volta una nuova scommessa da condividere e migliorare insieme a energie nuove e vitali che solo i giovani possono portare.

share

Commenti

Stampa