Le opere di Gino Covili in Umbria dopo 30 anni, a Umbertide grande mostra del "Van Gogh italiano" - Tuttoggi

Le opere di Gino Covili in Umbria dopo 30 anni, a Umbertide grande mostra del “Van Gogh italiano”

Redazione

Le opere di Gino Covili in Umbria dopo 30 anni, a Umbertide grande mostra del “Van Gogh italiano”

Al Museo Santa Croce e alla Rocca-Centro per l'arte contemporanea saranno ospitati 46 capolavori di uno dei pittori più significativi del secondo Novecento
Ven, 04/10/2019 - 11:01

Condividi su:


Umbertide ospiterà una mostra interamente dedicata all’artista di fama internazionale Gino Covili. L’esposizione delle opere del “grande irregolare”, sarà un’opportunità, non solo artistica, per tutto il territorio.

L’evento al quale si sta lavorando, con l’esposizione delle opere dell’artista espressionista modenese, si svolgerà a partire dal 21 marzo 2020 e avrà una durata di tre mesi. La mostra vedrà una profonda sinergia tra il Comune e il Campus “Leonardo Da Vinci”.

I capolavori dell’artista di Pavullo nel Frignano, uno dei pittori più rappresentativi del secondo Novecento, definito da molti il “Van Gogh italiano”, tornano in Umbria a distanza di 30 anni dalla mostra personale presso la Rocca Paolina di Perugia e a 26 anni dall’anteprima nazionale di Assisi, quando al santuario di San Damiano venne presentato il ciclo “Francesco”, che l’artista emiliano ha dedicato al Poverello.

A Umbertide, nel Museo di Santa Croce e nella Rocca-Centro per l’arte contemporanea, verranno ospitate 46 opere di Covili fra pitture e sculture.
Nel corso della sua vita Covili, scomparso nel maggio 2005, ha celebrato con la sua pittura la vita contadina, gli esclusi, i valori più popolari, affidandosi sempre, con forza, al sogno degli eroi di tutti i giorni: uomini e donne che non appaiono sui libri di storia ma che rappresentano un’epoca, non del tutto perduta. Autodidatta, bidello del liceo di Pavullo nel Frignano, si è sempre espresso con uno stile personalissimo: ha raccontato emarginati, animali e natura, tutti ritratti in un mondo epico.

Sarà anche l’occasione per coinvolgere, con un nutrito programma di iniziative collaterali, il mondo della scuola, dell’associazionismo, del volontariato e la cittadinanza tutta. Opere di Gino Covili sul ciclo dedicato a San Francesco saranno esposte nello stesso periodo della mostra umbertidese presso il Museo della Porziuncola di Assisi.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!