L'ARCIVESCOVO FONTANA RICORDA IL MAESTRO GIAN CARLO MENOTTI - Tuttoggi

L'ARCIVESCOVO FONTANA RICORDA IL MAESTRO GIAN CARLO MENOTTI

Redazione

L'ARCIVESCOVO FONTANA RICORDA IL MAESTRO GIAN CARLO MENOTTI

Mar, 29/01/2008 - 12:42

Condividi su:


Dalle istituzioni qualcosa si muove in occasione del primo anniversario dalla scomparsa del Maestro Gian Carlo Menotti. Dopo il cd realizzato dalla Heristal Entertainment che sarà disponibile nelle edicole e nelle librerie spoletine dal 1 febbraio, anche l'arcidiocesi di Spoleto – Norcia annuncia che ricorderà il grande compositore e fondatore del Festival dei Due Mondi. Venerdì, infatti, alle ore 18 l'arcivescovo Riccardo Fontana presiederà in duomo una messa in suffragio del Maestro ad un anno dalla sua scomparsa. Ad animare la liturgia sarà la Cappella Musicale del Duomo, diretta da Francesco Corrias, con all'organo Paolo Sebastiani.

Nel frattempo anche l'associazione “Amici di Spoleto”, attraverso il suo presidente Loreto Luchetti, vuole rendere omaggio a Gian Carlo Menotti. Visto anche che è proprio in seguito alla nascita del Festival che l'associazione è stata fondata.

“Quale Presidente dell'Associazione Amici di Spoleto e a nome di tutti i Soci, – scrive Loreto Luchetti – sento il dovere di ricordare ad un anno dalla morte del Maestro Gian Carlo Menotti, venuto a mancare a Montecarlo il primo febbraio 2007, quanto sia ancora grande il vuoto che Egli ha lasciato nel mondo dell'arte e della musica. D'altra parte non possiamo neppure dimenticare quanto è significata la sua esistenza per la Città che attraverso di lui è diventata cornice e protagonista di una manifestazione che ha fatto storia nel mondo e verso la quale, in tutti questi anni, l'Associazione Amici di Spoleto si è sempre resa disponibile anche in virtù del fatto che essa stessa venne fondata nel 1960 dall'ingegnere Luigi Antonini proprio a sostegno del Festival dei Due Mondi.

Ad un anno dalla morte del Maestro Gian Carlo Menotti, molto è cambiato anche in relazione alla manifestazione che Egli ha concepito, diretto e realizzato insieme ad altri grandi artisti. Oggi siamo comunque fiduciosi che il Festival potrà continuare il suo cammino e guardare al suo glorioso passato proiettandosi verso un futuro altrettanto interessante, – conclude Luchetti – senza mai dimenticare il grande dono fatto a Spoleto dal Maestro Gian Carlo Menotti”.

ARTICOLO CORRELATO:

CHI SI RICORDERA' DEL M° MENOTTI? IL SILENZIO DI COMUNE E FONDAZIONE (FOTO) (clicca qui)


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!