Laboratori tessili nel tifernate: altri controlli della polizia -

Laboratori tessili nel tifernate: altri controlli della polizia

Redazione

Laboratori tessili nel tifernate: altri controlli della polizia

Gio, 20/06/2013 - 00:17

Condividi su:


Non si esauriscono i controlli ai laboratori tessili gestiti da cinesi a Città di Castello e nelle zone limitrofe. Ieri per l’intera giornata personale del Commissariato di Città di Castello, coadiuvato da altro personale specializzato appartenente al “Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Territoriale del Lavoro di Perugia –Servizio Ispezioni del Lavoro” finalizzata alla prevenzione e repressione dell’immigrazione clandestina e/o irregolare, emersione del lavoro nero e sicurezza e condizioni sui luoghi di lavoro, ha proceduto al controllo di 4 laboratori di confezionamento, individuati ed situati nelle zone di Citerna-Pistrino e Trestina.
Dei quattro laboratori, uno è risultato irregolare, avendo su quattro lavoratori, due operai a “nero” non assunti. Per tale motivo è scattata la procedura diretta alla sospensione dell’attività lavorativa, sino a quando non verranno regolarizzate le posizioni retributive, di assunzione e relative sanzioni. L’attività tessile a seguito del provvedimento emesso potrà riprendere solamente dopo che sarà stata pagata la sanzione di 1500 euro euro per ogni lavoratore a nero). Inoltre, aspetto assolutamente non trascurabile ed altrettanto prioritario, sono state inoltrate le richieste per le verifiche tecniche da parte dei Comuni e di altri enti preposti, all’idoneità lavorativa degli ambienti di lavoro; infatti, nella quasi totalità dei casi i laboratori ospitano anche primitive ed improbabili stanze –abitazioni, dove gli operai vivono in quei pochi momenti liberi. La pseudo organizzazione lavorativa di fatto, così come strutturata e gestita, crea danni incalcolabili nei confronti degli imprenditori italiani che fanno del rispetto delle regole, fiscali, di commercio e per la vita umana, il loro obiettivo principale. Il regime di concorrenza sleale, perché come tale deve essere identificato, favorisce in maniera abnorme soggetti senza scrupoli e motivati dal solo intento di speculare su ogni attività commerciale e produttiva.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!