La "Vespa della Fraternità" di Giorgio Serafino e Giuliana Foresi ha fatto tappa a Spoleto - Tuttoggi

La “Vespa della Fraternità” di Giorgio Serafino e Giuliana Foresi ha fatto tappa a Spoleto

Redazione

La “Vespa della Fraternità” di Giorgio Serafino e Giuliana Foresi ha fatto tappa a Spoleto

Mar, 04/10/2011 - 09:10

Condividi su:


Hanno fatto tappa a Spoleto Giorgio Serafino e Giuliana Foresi, i due giovani coniugi che stanno effettuando con la loro Vespa “50 Special”, il tour “Terra e Asfalto”, organizzato in occasione del 150esimo anniversario dell'Unità d'Italia in collaborazione con l'associazione “Città per la Fraternità”, di cui fa parte anche la città del Festival.

Un tour in 41 tappe che è partito domenica 4 settembre da Montecosaro (MC) e che si chiuderà sempre nella città delle Marche mercoledì 26 ottobre. Giorgio Serafino e Giuliana Foresi sono stati ricevuti oggi, lunedì 3 ottobre, nella Sala Spoletium di Palazzo Comunale dal Sindaco di Spoleto Daniele Benedetti, dal Presidente del Consiglio Patrizia Cristofori e dai consiglieri della massima assemblea cittadina.

“Quello di Giorgio e Giuliana è un’avventura fatta per veicolare l’idea forte dell’unità nazionale – ha detto il sindaco Benedetti – per toccare e unire tante realtà grandi e piccole del nostro Paese, per rimarcare la necessità di un messaggio di fondamentale importanza, come ci ricorda spesso il nostro Presidente Giorgio Napolitano”.

I due giovani stanno compiendo un lungo viaggio in Vespa che toccherà 41 comuni, dall'Adriatico al Tirreno, dalle Alpi agli Appennini, dalla Sardegna alla Sicilia, incontrando i sindaci delle città che, nel gennaio del 2009, firmarono lo statuto dell'associazione “Città per la Fraternità” un laboratorio permanente di esperienze positive da mettere in rete e moltiplicare, dove vengono messe in rilievo la pace, i diritti umani, la giustizia sociale e specialmente la fraternità universale.

Giorgio e Giuliana hanno già al loro attivo diversi viaggi, come una traversata degli Stati Uniti. Sulla loro “Generale Lee”, hanno percorso 4.000 chilometri lungo la leggendaria “Route 66”. Sono stati, inoltre, in Marocco, Brasile, Cambogia, Laos e in Thailandia.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!