La Dante Alighieri in viaggio verso “Itaca”: il progetto ideato da Miriam Carletti per mettere a frutto le ore disperse. Ragazzi entusiasti – Guarda le foto - Tuttoggi

La Dante Alighieri in viaggio verso “Itaca”: il progetto ideato da Miriam Carletti per mettere a frutto le ore disperse. Ragazzi entusiasti – Guarda le foto

Redazione

La Dante Alighieri in viaggio verso “Itaca”: il progetto ideato da Miriam Carletti per mettere a frutto le ore disperse. Ragazzi entusiasti – Guarda le foto

Lun, 12/12/2011 - 09:56

Condividi su:


La Dante Alighieri in viaggio verso “Itaca”: il progetto ideato da Miriam Carletti per mettere a frutto le ore disperse. Ragazzi entusiasti – Guarda le foto

Ragazzi, si parte per ITACA! E’ stato ribattezzato con il nome dell’isola di Ulisse il progetto ideato e realizzato dalla professoressa Miriam Carletti ed avviato all’ inizio di ottobre nella scuola media Dante Alighieri di Spoleto.
Una iniziativa che ha il merito di riuscire a conciliare due esigenze di primaria importanza per la vita di una scuola: accrescere le conoscenze degli studenti utilizzando le ore in cui si può verificare l’assenza di un docente. Il progetto della geniale Carletti, di grande esperienza didattica e promotrice di numerose iniziative rivolte ai giovani studenti, è destinato quindi ad ottimizzare le cosiddette ‘ore disperse’, per usare un termine proprio del mondo del lavoro.
La preside dell’istituto, la dottoressa Morena Castellani, ha fortemente sostenuto il progetto della professoressa (approvato dal Collegio dei Docenti e dal Consiglio di Istituto) inserendo l’iniziativa nel Piano dell’offerta formativa e destinando a questa un’aula dell’Istituto. E’ qui che si ritrovano i ragazzi e il loro ‘timoniere’. Al resto ha pensato la professoressa che è riuscita, grazie al contributo di alcuni privati, a trovare i fondi necessari per ‘costruire’ ITACA, acronimo di Italiano: Tempo, Ampliamento delle Competenze ed Approfondimenti. Tutto ruota intorno alla lingua italiana: “come Ulisse torna ad Itaca per ritrovare le sue radici – dice la Carletti – noi dobbiamo tornare concretamente a studiare, apprendere e comprendere la lingua italiana”.
Il percorso formativo si svolge attraverso la lettura e l’analisi di testi narrativi e poetici particolarmente coinvolgenti, approfondimenti grammaticali, struttura e lessico di testi e di quotidiani, visione e schedatura di film, giochi a squadre su contenuti culturali, animazione di testi teatrali e riflessione su temi di attualità.

“Alla fine di ogni lezione vengono concessi dei bonus collettivi o individuali, che testimoniano l’impegno dimostrato da ciascuno. Al termine dell’anno scolastico ci sarà una sorta di “gara” finale fra gli studenti che avranno ottenuto più crediti e che potranno aggiudicarsi i tre Ipad2 generosamente donati dal Rotary Club di Spoleto e dalla ditta Monini” aggiunge la Carletti.
Il progetto ha riscosso subito un enorme successo fra tutti gli allievi della Dante Alighieri che partecipano con entusiasmo alle attività condotte nelle ore di ITACA. A breve una parete dell’ aula in cui si realizza il progetto sarà interessata da un’ opera ispirata al viaggio di Ulisse, alla quale sta lavorando il professor Giorgio Flamini.
Per rendere più dinamica l’ attività didattica la Carletti ha a disposizione una nuovissima LIM (lavagna interattiva multimediale) donata dalla SCS.
La Fondazione Cassa di Risparmio di Spoleto, da sempre attenta alle esigenze degli istituti scolastici, ha finanziato i costi della didattica. “Non potevamo non sostenere una iniziativa così lodevole, – dice il presidente della Fondazione Carispo Dario Pompili – il percorso costruito dalla professoressa Carletti ha un valore enorme sia per i ragazzi, sia per lo stesso Istituto”. Un progetto che a breve potrebbe essere portato all’attenzione dei dirigenti del ministero dell’Istruzione (MIUR). “In un momento come quello attuale in cui le difficoltà economiche del Paese e dell’Istruzione in particolare fanno sentire tutto il loro peso – dice la preside Castellani – nasce questa iniziativa che contribuisce a ridare valore e centralità all’azione della Scuola, dove tutti i ragazzi hanno il diritto di sfruttare ogni occasione per formarsi e crescere. Alla professoressa Carletti va la nostra gratitudine sperando che il viaggio verso ITACA possa continuare anche per il futuro.”

(Carlo Ceraso)

Aggiornato alle 10.44
© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Verisone più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!