Il gruppo Hip Hop "Swag" di Spoleto ai provini di "Ballando on the Road" - Tuttoggi

Il gruppo Hip Hop “Swag” di Spoleto ai provini di “Ballando on the Road”

Redazione

Il gruppo Hip Hop “Swag” di Spoleto ai provini di “Ballando on the Road”

Ore di prove estenuanti presso la Palestra X2 di Spoleto, sotto l'occhio vigile dell'insegnante Francesca Celesti per poi passare sotto l'occhio di Milly Carlucci & friends
Lun, 16/12/2019 - 10:21

Condividi su:


Il gruppo Hip Hop “Swag” di Spoleto ai provini di “Ballando on the Road”

“…continuate a lavorare, perché veramente voi potete essere molto più livello internazionale, non soltanto italiano, complimenti”. Con queste testuali parole, a conclusione di un discorso denso di elogi e consigli tecnici, pronunciate con il suo inconfondibile accento inglese, Carolyn Smith corona il sogno di una crew spoletina di hip hop, gli Swag, ai provini di “Ballando on the Road” che si sono tenuti nella giornata di ieri.

In una cornice ormai natalizia, presso il Teatro Studio Borgna, una delle location dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, accanto alla pista di ghiaccio dove i coetanei trascorrono una tranquilla domenica, i ragazzi della crew, di età compresa tra i nove e i quindici anni, superano indenni stressanti code e snervanti ore di attesa per poter realizzare il loro sogno: esibirsi di fronte a Milly Carlucci & friends.

Ore di prove estenuanti presso la Palestra X2 di Spoleto, sotto l’occhio vigile dell’insegnante Francesca Celesti, da incastrare con impegni scolastici sempre più pressanti, per dar luogo ad una esibizione capestro di un minuto e mezzo dove l’errore non è contemplato; sapevano benissimo a cosa sarebbero andati incontro quando, all’inizio dell’autunno, hanno proposto la sfida.

Eppure Alessandro Minestrini, Elena Minestrini, Elisa Lovecchio, Agnese Lovecchio, Benedetta Piergrossi, Maria Elena Piergrossi, Giorgia Latini, Giorgia Bartoloni, Carolina Vegliò, Maria Vittoria Coraggi ed Elena Ponellini compiono l’impresa: a colpi di new style, perfettamente sincronizzati, danno luogo ad una performance memorabile.

Prima di salire sul palco dimostrano tutta la loro giovane età: volti tesi, occhi sgranati, sorrisi forzati, carattere irascibile; poi salgono sul palcoscenico, un istante per preparare la figura iniziale ed ecco la trasformazione: calma, concentrazione, determinazione, coesione.

Non sono più undici distinti ragazzi ma una crew, un corpo unico che si muove alla perfezione sulle note dell’hip hop.

Non sono nuovi a prestazioni di alto livello; sono giovani, ma il loro curriculum cresce insieme a loro: in questi anni, oltre ad apparire in manifestazioni più o meno importanti, hanno affrontato gare ed esibizioni presso l’Eschilo Sporting Village di Ostia, durante eventi nei quali sono intervenuti nomi altisonanti quali Salah, un uomo che ha fatto del popping uno stile di vita, fino ad arrivare all’ultima perla (esclusa quella di ieri), con l’esibizione, in qualità di ospiti, alle qualificazioni mondiali di krump che si sono svolte l’estate scorsa a Terni.

Aspettiamoci grandi cose dagli Swag, perché loro hanno tutta l’intenzione di non passare inosservati.

Aggiungi un commento