IL DAY AFTER DELLA RIVISTA: RINGRAZIA IL PUBBLICO, RICUCE CON SINDACO E COOP, ATTACCA BRUNINI-FLAMINI, COMUNICA BIGLIETTO LOTTERIA E LANCIA L’APPELLO PER IL BAMBOLOTTO. LA STRIZZA PER LA CAUSA PENALE - Tuttoggi.info

IL DAY AFTER DELLA RIVISTA: RINGRAZIA IL PUBBLICO, RICUCE CON SINDACO E COOP, ATTACCA BRUNINI-FLAMINI, COMUNICA BIGLIETTO LOTTERIA E LANCIA L’APPELLO PER IL BAMBOLOTTO. LA STRIZZA PER LA CAUSA PENALE

Redazione

IL DAY AFTER DELLA RIVISTA: RINGRAZIA IL PUBBLICO, RICUCE CON SINDACO E COOP, ATTACCA BRUNINI-FLAMINI, COMUNICA BIGLIETTO LOTTERIA E LANCIA L’APPELLO PER IL BAMBOLOTTO. LA STRIZZA PER LA CAUSA PENALE

Mer, 27/01/2010 - 12:01

Condividi su:


Sembra più il resoconto di una seduta psicoanalitica che un vero e proprio comunicato, quello diramato stamani dai goliardi della Rivista con il quale hanno tracciato il bilancio dell’ultimo spettacolo e inviato tanti (inattesi) messaggi ai potenti e meno potenti della città. “Alice nel Paese delle Cooperative” questo il titolo dell’edizione 2010 ha fatto registrare il consueto successo, con 4 “pienoni” su 6 repliche. Cominiaco dalla fine, i goliardi, cioè dai ringraziamenti: “Grazie a tutti, a Gianluca Lupi e Gianluca De Angelis, i nostri direttori di scena bravi da fare invidia ai professionisti – scrivono Pinchi & Co, – ad Andrea Cenci, il tutto fare fondamentale, Fabio Ottaviani, Lorenzo Cimarelli, il grande Paolo Ciri. Agli attori, tutti indiscutibilmente: citiamo Silvia Pampana, Pamela Longobardi, Kekko Zualdi, Emanuele Baldini per il grande lavoro svolto che va al di fuori dell’impegno artistico. Uno spettacolo bello veloce e scoppiettante in un anno dove si è segnata una svolta importante, tanti personaggi che erano vittime delle nostre migliori imitazioni e che appartenevano al mondo delle istituzioni, non sono più al loro posto e dobbiamo dire che questo all’inizio un po’ ci preoccupava, ma col tempo abbiamo trovato molto interessante e divertente scovare nuovi personaggi”. E da questo punto che il comunicato si fa più serioso, per quanto inframezzato dalla solita ironia rivistaiola: “Se è vero che le cooperative sono sul piede di guerra nei nostri confronti?” si domanda La Rivista “Noi non ne sappiamo nulla, vogliamo augurarci di no, crediamo che realtà importanti della città non dovrebbero mettersi a perdere tempo dietro a sciocchezze come queste, per conto nostro noi abbiamo grande rispetto per quello che fanno soprattutto in materia sociale, ciò non significa che siano esenti da “attacchi” della satira Rivistaiola, non sarà mica che ci toccherà finire come i danesi nel 2006 con la tavole satiriche su Maometto!”. Pinchi dunque sceglie la linea della distenzione e non solo con le coop. Subito dopo tocca alla politica. “L’appello che abbiamo fatto nell’ultimo spettacolo va a sostegno della nostra battaglia che dura da anni, quella di vedere riconosciuta l’importanza delle realtà teatrali locali, ovviamente non solo a parole ma anche con aiuti economici affinchè vengano, almeno in parte, abbattuti i costi dei teatri, oggi insostenibili per dei dilettanti”. Una precisazione per introdurre un chiarimento con l’amministrazione comunale di Daniele Benedetti che ora viene osannata al contrario della passata gestione Brunini (e dell’assessore Flamini) che possono finire sulla graticola: “Non volevamo affatto polemizzare con l’amministrazione comunale, la quale tra l’altro ci è sembrata molto sensibile nella volontà di affrontare questo problema al contrario del passato, resta però il fatto che allo stato attuale solo la Rivista, grazie ai circa 3000 spettatori, riesce a pagare le spese e spesso non tutte. Comunque ribadiamo l’invito che abbiamo fatto sul palco: sabato 30 gennaio “O nobbili o zitelle”, la nuova commedia del Maestro Gianfrancesco Marignoli presso il chiostro di San Nicolò. Siamo stati intervistati da Rai3 che ha registrato un servizio per la Rubrica Settimanale dell’emittente regionale e non è la prima volta. Accadde anche nel 2007, non sappiamo ancora quando andrà in onda ma ve lo comunicheremo tramite il nostro sito e su facebook gruppo Rivista, ci preme sottolinearlo, perché già in passato quando arrivò la troupe di Rai3 qualcuno dai piani alti della Cultura della città del Ducato, ebbe a storcere il naso, magari con questa seconda volta lo storcerà anche dall’altra parte, così je artorna dritto!”. Ma a preoccupare di più gli sceneggiatori della Rivista è, ovviamente, il processo in corso per diffamazione che li vedrà tornare alla sbarra il prossimo 29 marzo. “Ormai lo sanno tutti che abbiamo un processo per diffamazione riguardante l’edizione 2004: dopo tutti questi anni e tanti rinvii si è deciso per la proiezione integrale del dvd di quello spettacolo all’interno dell’aula del tribunale, ovvio che se da una parte siamo molto preoccupati per l’esito del processo, da quell’altra l’idea di vedere il “numero” in tribunale ci fa ridere. Ciò avverrà il 29 Marzo e volevamo invitare tutti gli affezionati, tanto è gratis, tra l’altro è anche il compleanno di uno dei 3 imputati, Andrea Patarini”. Un invito che, se solo venisse recepito da un decimo del pubblico del Nuovo, è destinato a creare non poco scompiglio in Tribunale: le forze dell’ordine dunque sono avvertite. “Ora noi saremmo perché venga ritirata questa querela – dicono i rivistaioli in modo fin troppo scontato – e se non perchè non è mai successo in oltre 60 anni di rivista che una querela andasse così avanti, almeno perchè è il compleanno del Path!”.Poi l’annuncio del biglietto vincente legato alla lotteria “La Rivista ti manda affan…viaggio!”: è il tagliando color rosa n. 309, il cui possessore si è aggiudicato una minicrociera a Montecarlo (il premio può essere ritirato in Agenzia viaggi). Autori e artisti della Rivista sono già al lavoro per “La notte dell’Oscar, una sorta dello storico veglione che si faceva anni addietro, dove per una sera metteremo da parte parolacce e jeans, e consegneremo dei premi, tutti rigorosamente in smoking per lui e abito lungo per lei”. Infine l’appello, anche questo serioso: “Durante l’ultima replica, in occasione dell’ultimo sketch, abbiamo tirato un bambolotto verso il pubblico, pensando che poi ce lo avessero riconsegnato all’uscita. Ciò non è successo e chiediamo la restituzione del bambolotto in quanto appartenente ad una collezione. Ve ne saremmo veramente grati, in cambio possiamo offrire dvd della Rivista o biglietti per il prossimo anno. Il bambolotto può essere restituito presso la Parafarmacia al Centro Commerciale di San Nicolò”. Amen


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!